Il Tas annulla la squalifica al City: giocherà la prossima Champions

Lunedì 13 Luglio 2020
Il tribunale arbitrale dello sport (Tas) ha deciso di autorizzare la partecipazione alle prossime Coppe Europee del Manchester City, condannato a due anni di sospensione per violazione delle regole del fair play finanziario . «Il Manchester City non ha mascherato i suoi contratti di sponsorizzazione», ha dichiarato il Tas nella sua sentenza, che ha annullato così la squalifica. Il club di Manchester dovrà però pagare una mula di 10 milioni di euro.

Il Tas ha così annullato la squalifica di due anni dall'Europa: il Manchester City potrà giocare il prossimo anno in Champions League. La Corte di Appello Sportiva di Losanna ha ribaltato questa mattina la sentenza originariamente inflitta ai Citizens per presunta violazione del Financial Fari Play, tramutando la sospensione dalle competizioni europee in una multa di 10 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA