La Sla fa un'altra vittima: morto a 43 anni l'olandese Ricksen

Mercoledì 18 Settembre 2019
La Sla fa un'altra vittima nel mondo del calcio. È morto a 43 anni l'olandese Fernando Ricksen, ex difensore olandese di Alkmaar, Glasgow Rangers e Zenit San Pietroburgo, stroncato dalla sclerosi laterale amiotrofica contro cui combatteva da diversi anni. A dare il triste annuncio in un comunicato è stato il club scozzese con il quale Ricksen ha giocato per sei stagioni, vincendo due campionati e due coppe nazionali e diventando un beniamino dei tifosi. Nel 2006 aveva lasciato i Rangers per trasferirsi allo Zenit in Russia, dove ha vinto un campionato, una coppa Uefa e una Supercoppa europea. La Sla gli era stata diagnosticata nel 2013. Lo scorso giugno, Ricksen aveva dato sui social gli ultimi aggiornamenti non positivi sulla sua condizione di salute: «Il 28 giugno terrò la mia ultima serata di beneficenza. Per me sta diventato molto difficile andare avanti -aveva scritto l'olandese-. Facciamola diventare una grande serata. Un saluto, Fernando». Ricksen aveva infatti creato una fondazione a suo nome per aiutare economicamente i malati di Sla. Ricksen lascia sua moglie Veronika e sua figlia Isabella. «Siamo tutti distrutti dalla morte di Fernando. Ha combattuto coraggiosamente contro una terribile malattia e i nostri pensieri sono con la sua famiglia», sono le parole di cordoglio di Stewart Robertson, ad dei Rangers. «Fernando -ha aggiunto- non sarà mai dimenticato dai suoi compagni di squadra e dai tifosi dei Rangers. Il suo posto nella nostra storia è assicurato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La Roma di Max Pezzali: questa città è difficile, ma ci vivrei

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma