Il Frosinone si riscatta a Venezia, salva la panchina di Nesta

Sabato 3 Ottobre 2020 di Vanni Zagnoli
In serie B è stato il pomeriggio delle grandi, ma anche di una sorpresa.

Gli orari sono inconsueti, alle 14,15 Chievo-Salernitana, con il successo della squadra di Fabrizio Castori, 2-1 e la volontà, per il tecnico marchigiano, di ripetere il miracolo Carpi. Il suo gioco è noto, escluso nella rincorsa alla salvezza di luglio, sfumata solo per le penalizzazioni del Trapani, in crisi societaria. A Verona, vantaggio veneto di Mogos, pari di Tutino (il Verona non ha creduto in lui, ma è bravo), risolve Djuric. 

Il resto è stato alle 16,15, altro orario inedito, e arrivano altri tre successi estterni, per 2-0: del Frosinone a Venezia, con Novakovich e Szyminski, del Lecce ad Ascoli (dove era meglio confermare Dionigi; risolvono nella ripresa Mancuso e lo scozzese Henderson), della Reggiana a Chiavari, con l’Entella, con Mazzocchi e il rigore di Varone (fallo di Poli su Kargbo). Strabilia Massimiliano Alvini, bloccato dal Pisa all’esordio in B e oggi capace di vincere sul campo di una veterana della categoria, per questo decennio.

Piace anche la Reggina, 3-1 al Pescara, con doppietta di Liotti a metà primo tempo e rete di Menez all’intervallo; per gli abruzzesi Maiestro. La Spal si fa raggiungere allo scadere dal Cosenza, sull’1-1: vantaggio di Salomon, pareggia Tiritiello. L’Empoli, invece, non va oltre lo 0-0 contro il ricchissimo Monza.

Alla seconda giornata, la sensazione è di un campionato spettacolare, con tante pretendenti alla serie A diretta.

Domani, su Dazn, con collegamenti su radio Rai1, dalle 15 Pisa-Cremonese, alle 21 Cittadella-Brescia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA