Roma, Mancini: «Bergamo non mollare. Videochiamate di squadra e allenamenti: ecco come passano le giornate»

Mercoledì 25 Marzo 2020 di Gianluca Lengua
«Bergamo mola mia». Bergamo non mollare, è questo il messaggio di Gianluca Mancini ex Atalanta a un popolo che sta affrontando una delle più dure battaglie di tutti i tempo: «È una situazione surreale. Sono un grande popolo, sapranno sicuramente rialzarsi», ha detto il difensore a Sky Sport. L’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus ha cambiato le vite di tutti e, quindi, anche dei calciatori costretti nelle proprie case senza potersi allenare in campo rischiando di perdere tonicità muscolare: «L’altro giorno abbiamo fatto una videochiamata di gruppo, eravamo 30. Ci hanno aggiornato, dato programmi nuovi e anche un nuovo piano di alimentazione. Non allenandoci spesso è importante anche questo». Il tempo libero gli ha permesso anche di fare un’analisi su quanto fatto nel corso della stagione: «Il mio bilancio è positivo, la seconda parte di stagione ho commesso qualche errore ma è un processo di crescita e cerco di non commetterli di nuovo. Avere Smalling è d’aiuto, dà consigli in campo e cerca di migliorarmi, io lo seguo perché ha esperienza e devo rubare da lui». In chiusura un commento su Roma Cares, la fondazione giallorossa che in queste settimane ha istituito una raccolta fondi a favore dell’ospedale Spallanzani: «Sono molto orgoglioso della mia società il nostro obiettivo è arrivare a 500 mila euro. Noi giocatori e staff tecnico abbiamo partecipato perché ci ha colpito molto e vogliamo essere partecipi. Roma Cares negli ultimi giorni ha donato anche 13 mila mascherine e tutti i gel igienizzanti». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani