Roma, il futuro in tre mosse: Olsen, Malcom e N'Zonzi

Venerdì 20 Luglio 2018 di Ugo Trani
4
Monchi e Di Francesco
Alisson, secondo il copione scritto da un paio di mesi, non c’è più. Nella cassaforte di Trigoria, però, entrano 70 milioni (abbondanti). Non resteranno lì.

Saranno reinvestiti per dare un senso alla Roma della nuova stagione. Con rinforzi mirati. Adesso il club giallorosso, ceduto il giocatore della rosa con la valutazione più alta (leggi top player), prenderà 2/3 titolari. Saranno, dunque, minimo 2 i prossimi acquisti che si aggiungeranno ai 10 fatti fin qui da Monchi (solo 2, Pastore e probabilmente Cristante, da inserire nella formazione base). E se il mercato offrirà l’ennesima chance prima della chiusura del 18 agosto, arriverà anche il terzo. Il tris sul piatto del ds è questo: il portiere Olsen (affare solo da definire), l’esterno alto Malcom (trattativa già avviata) e il regista N’Zonzi (negoziazione ancora da pianificare).

PROMESSA IN PUBBLICO
«Forti». Cosi li battezza Monchi, esponendosi in diretta tv. Sono i giocatori che sbarcheranno nella Capitale. Quelli che di solito si definiscono colpi e che lasciano il segno in campo. Non è detto che lo sia Olsen, anche se ha difeso la porta della Svezia al mondiale in Russia e, nelle 2 partite del play off di novembre, non ha preso gol contro l’Italia. È semplicemente il sostituto di Alisson. Cioè l’acquisto obbligatorio di questa fase di mercato. Sul nuovo numero uno, 28 anni (e alto 198 centimetri), si è esposto Savorani, il preparatore dei portieri. Lo ha messo in cima alla lista dei candidati, anche se con i piedi non è bravo come il predecessore. Olsen gioca in Danimarca, nel Copenaghen, e di conseguenza lo accompagna in Italia il prezzo giusto: meno di 14 milioni. La formula di pagamento sarà in due trance. «E’ una possibilità, ma non l’unica» ammette il ds che ha accolto nella Capitale l’agente dello svedese per concludere l’operazione. 

ALTO PROFILO
«Forte» è sicuramente l’identikit di Malcom. L’esterno alto del Bordeaux è l’interprete che serve a Di Francesco. Quello che finalmente andrebbe a prendere nella rosa della Roma (e nel 4-3-3 dell’allenatore) il posto lasciato libero da Salah l’estate scorsa. Il brasiliano parte a destra, ma è mancino. Calcia di potenza e vede la porta (nel Corinthians ha iniziato la carriera da centravanti): 12 gol in 38 partite giocate nell’ultima Ligue 1. E, come l’egiziano finito al Liverpool, con l’assist sempre in canna: 7 nella scorsa stagione. Ha l’età di Under, classe ‘97, e forse gli somiglia. Ma è più scafato del turco. E costa quasi il triplo: 40 milioni. Sono quelli che il club francese ha rifiutato dall’Inter che ha proposto il pagamento biennale: 15 subito e 25 a chiudere l’anno successivo. L’Everton lo ha poi messo nel mirino. Monchi, però, dovrebbe aver già sorpassato la società inglese. Almeno ha dato questa impressione, quando ha affrontato l’argomento durante la presentazione di Kluivert: «C’è chi, poco tempo fa, mi ha detto che è una follia. Ora è diventata una possibilità. Proprio quanto è successo con Pastore che è stato già qui con me». Nella sala Champions, dove la Roma fa conoscere ai media i nuovi acquisti. L’ottimismo del ds, dunque, fa capire che la pista è percorribile, anche per il feeling che il club giallorosso ha da anni con il manager chiamato a rappresentare il giocatore in Italia. C’è da studiare la formula per convincere il Bordeaux. Malcom ha dato il gradimento.

GRAN FINALE
«Forte» è pure N’Zonzi. E’ il regista della Francia campione del mondo (nella finale contro la Craazia è entrato in corsa per Kantè: ingresso decisivo) e del Siviglia (clausola da 35 milioni). Classe ‘88, ha tre mesi più di Gonalons che, se arrivasse il francese, sarebbe ceduto. Di Francesco ne ha parlato con Monchi. Che, al momento, prende tempo: «Tutti sanno che mi piace, ma credo che non sia un obiettivo reale per noi ad oggi». Ora no, più avanti chissà. Gerson, intanto, si incammina in prestito verso la Fiorentina. Florenzi, invece, si prepara a partire per gli Usa senza il rinnovo del contratto: rinviato alla prossima settimana l’incontro tra il suo agente e il ds.
  Ultimo aggiornamento: 11:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA