MILAN

Milan ai gironi di Europa League dopo 24 rigori

Venerdì 2 Ottobre 2020 di Salvatore Riggio

Il viaggio in Portogallo rischiava di rivelarsi un vero e proprio disastro per il Milan, che nella ripresa passa con Saelemaekers, si fa raggiungere da Geraldes e Gelson (lui dopo 20 secondi del supplementare), ma pareggia all’ultimo respiro dagli 11 metri con Calhanoglu. Dopo una lotteria infinita di penalty – ben 24 (12 a testa) – sono poi i rossoneri a passare il turno e qualificarsi ai gironi di Europa League. Dal dischetto succede davvero di tutto. Una cosa mai vista. Palloni in rete, sopra la traversa, sul palo. Ovunque. Detto questo, è una vittoria che non può cancellare la fatica del Diavolo. Senza Ibrahimovic e Rebic, Pioli punta su Maldini, che non è un centravanti puro, lasciando in panchina Colombo. Così in fase offensiva i rossoneri non hanno un punto di riferimento e ne fanno le spese Castillejo e Calhanoglu. Pericolo scampato, però, per il club di via Aldo Rossi, che ora ha un tesoretto niente male per fare un ultimo investimento di mercato (magari proprio Tomiyasu del Bologna). Mentre per questi giovani milanisti sarà un’occasione per fare esperienza in campo continentale.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA