L'ex difensore Metzelder rinviato a giudizio per pedopornografia: processo ad aprile

Lunedì 22 Febbraio 2021
L'ex difensore Metzelder rinviato a giudizio per pedopornografia: processo ad aprile

Christoph Metzelder, ex di Borussia Dortmund, Real Madrid e Schalke, si sarebbe procurato e poi avrebbe inviato materiale pedopornografico. È questa l'accusa mossa in Germania al difensore tedesco, che è stato rinviato a giudizio e ad aprile dovrà presentarsi in tribunale per difendersi. 

Secondo l'accusa raccontata dai media tedeschi, Metzelder avrebbe diffuso 29 tra foto e video, alcuni dei quali con immagini di minorenni che venivano violentati, e li avrebbe inviati a una donna di Amburgo, anche lei indagata. Una storia bruttissima, per la quale l'ex difensore però si dichiara innocente e respinge ogni accusa. Anche se qualche mese fa il tribunale di Dusseldorf parlava di "ammissione di colpa". Eppure quello di Metzelder è un personaggio che in Germania è sempre stato ritenuto un modello positivo: nel 2006 aveva fondato un'associazione per aiutare i ragazzi in difficoltà e nel 2017 aveva anche ricevuto una Croce federale al merito. 

Il canale pubblico tedesco Ard, di cui l'ex giocatore era da poco diventato consulente, ha subito deciso di «sospendere la sua collaborazione» per il periodo delle indagini. Vicecampione del mondo 2002, Christoph Metzelder ha collezionato 47 presenze con la Germania, fra il 2001 e il 2008. Giocò anche la semifinale contro l'Italia nel luglio 2006: la partita venne decisa dalle reti di Grosso e Del Piero, che regalarono la finale agli azzurri. Metzelder ha trascorso la maggior parte della carriera in Germania, nel Borussia Dortmund (2000/07), prima di trasferirsi al Real Madrid (2007/10); tornò in patria per vestire la maglia dello Schalke 04, dove decise di concludere la sua carriera. Da allora gestisce un'agenzia pubblicitaria e possiede la 'Fondazione Christoph Metzelder, a sostegno dei progetti per bambini e giovani. Ha inoltre allenato la squadra Under 19 del TuS Haltern, nella Renania-Westfalia.

Ultimo aggiornamento: 19:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA