Vola l'Empoli, Mancuso quattro gol in un quarto d'ora. Salernitana e Spal battute

Sabato 12 Dicembre 2020 di Vanni Zagnoli
Vola l'Empoli, Mancuso quattro gol in un quarto d'ora. Salernitana e Spal battute

Quattro gol in un quarto d’ora, esattamente in 14’32” contro i 5 in 9’ realizzati da Lewandowski, in Bayern Monaco-Wolfsburg, il 22 settembre 2015. 

Il polacco entrò nell’intervallo al posto di Thiago Alcantara, inserito da Pep Guardiola, Leonardo Mancuso segna pure nel secondo tempo, con tre assist di Stulac. Da tre anni non c’era un poker in serie B. “Io ne avevo già segnato uno alla Sambenedettese, in C”, racconta l’attaccante nato a Milano. Riporta l’Empoli in linea per la serie A, a un punto dalla Salernitana, battuta a Brescia. Spettacolo a Cremona, con la tripletta di Baljc nell’Ascoli, e anche a Lecce, con il 2-2 del Frosinone.

Brescia-Salernitana 3-1

Esordio vincente per Dionigi sulla panchina lombarda, dopo una partita con Daniele Gastaldello traghettatore. Al 3’ angolo, Belec neutralizza il primo colpo di testa in mischia, non il tapin di Van De Looi, olandese di 21 anni: è il gol più veloce di questo campionato. Le rondinelle sono più offensive, rispetto a Diego Lopez, raddoppiano a metà primo tempo, apertura di Torregrossa per Sabelli e tuffo di Spalek, su respinta difensiva imperfetta. Palo di Sabelli, servito sempre da Torregrossa.  

I campani rientrano nel match all’intervallo, grazie a un contatto minimo, di van de Looi su Di Tacchio, sanzionato da Aureliano, dal dischetto segna Tutino. Al 32’ del secondo tempo il 53° gol in serie B di Bjarnason, a sorprendere Belec. E’ la seconda sconfitta per la Salernitana.

Entella-Empoli 2-5

Per un tempo i liguri rischiano poco e creano parecchio, servono le parate di Furlan perchè l'Empoli tenga lo 0-0. Nel recupero segna Filippo Costa con un terzo tempo pregevole, era stato fra i protagonista della promozione della Spal in serie A, è la prima rete stagione della squadra di Chiavari nei primi tempi. Alla ripresa, dal 10’, Mancuso segna tre gol in quattro minuti, sempre lanciato da Stulac: di nuca, su colpo di testa di Poli; di sinistro in girata; ancora di sinistro, in contropiede, ma con errore del portiere Borra. Al 25’ la quaterna, destro da fuori. 

La spizzata di Poli per l’Entella, servito da Costa; allo scadere Borra sbaglia in rinvio, Olivieri serva Haas, al 2-5. 

Lecce-Frosinone 2-2

Vantaggio ciociaro al 14’, fallo (dubbio) di Adjapong su Parzyszek, il polacco trasforma il rigore. L’ex Sassuolo pareggia con il primo gol in carriera. Dopo un’ora, Bardi cincischia con il pallone su retropassaggio di Brighenti, Marco Mancosu glielo soffia e tocca il 2-1. A un minuto dalla fine esulta di nuovo Nesta, grazie a Novakovich (in posizione dubbia), su tiro di Rohden.

Cremonese-Ascoli 3-3

I marchigiani iniziano con i tentativi di Buchel e Chiricò, passano però i grigiorossi, cross di Buonaiuto e Strizzolo da due passi spinge in rete. Al 26’ la girata aerea di Bajic è perfetta, su appoggio di Cavion. Poi il palo di Sini e il tocco ravvicinato del bosniaco, in prestito dall’Udinese. Sul destro di Saric il braccio di Bianchetti, rigore parato da Volpe a Bajic. Castagnetti serve Deli con il bel sinistro in profondità per il 2-2. Deli si ripete con un destro preciso. Il pari definitivo è sull’asse Chiricò-Bajic.

Cosenza-Reggiana 0-1 

Al 10' doppio legno dei calabresi, palo di Carretta con un sinistro rasoterra e traversa di Vera con un bello specchio di porta aperto. All’intervallo esce Kargbo, protagonista della promozione emiliana, per Zamparo. Risolve l’ex Ivan Varone, destro su servizio di Mazzocchi, a metà ripresa. Petre sfiora il palo nel tentativo di pareggiare, la Reggiana in contropiede coglie la traversa con Zamparo, mentre Pezzella manda fuori.

Pisa-Pordenone 1-0 Primo gol in campionato per Simone Palombi, in avvio di secondo tempo trasforma sul servizio di Sibilli, dopo l’appoggio sbagliato dal portiere Perisan. Al 32’ st la doppia ammonizione di Marin, del Pisa. Per il Pordenone è la seconda sconfitta in sequenza, dopo 9 risultati utili.

Pescara-Vicenza 2-3

La formazione di Mimmo Di Carlo entra in campo in biancorosso, poi giocherà in maglia scura e vince dopo 3 pareggi di fila. Abruzzesi avanti con il solito Memushaj (2’, cross di Crecco), la replica è con Jallow: assist a Meggiorini (7’) e rete su suggerimento di Cinelli (25’), dopo gli sprechi di Ceter e Galano. Il Vicenza segna il 3-1 con Nicola Dalmonte (25’ st), fra i migliori di questo 2020, subisce subito il 2-3 di Galano. Perina nega il pari a Memushaj. 

Espulsi nel finale Gori (bastava l’ammonizione, per l’intervento su Fernandes) e Dalmonte, il Vicenza chiude in 9 ma resiste. 

Cittadella-Spal 2-0 Padovani ispirati, Ferrara fallisce l’assalto al vertice. Inizio spallino, le parate però sono di Thiem su Branca, Donnarumma e Vita, nella ripresa con Proia e Pavan, il palo è di Branca. A metà ripresa segna Proia, che poi manca il raddoppio. Maniero salva il vantaggio su Esposito, il 2-0 è di Gargiulo, servito da Iori, l’unico non attaccante nel gruppo di testa dei marcatori, ha segnato 5 volte. 

Classifica. Salernitana 23, Empoli 22; Spal 21, Lecce e Frosinone 20, Venezia 18, Cittadella, Chievo e Monza 17, Reggiana 14; Brescia, Pordenone e Pisa 13, Vicenza 12, Reggina 10; Cosenza e Cremonese 9; Pescara 7, Ascoli 6, Entella 5.

Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre, 00:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA