Lazio, Lotito gongola e attende risposte da Milinkovic. Nel frattempo il Real Madrid pensa al serbo

Lazio, Lotito gongola e attende risposte da Milinkovic. Nel frattempo il Real Madrid pensa al serbo
di Valerio Marcangeli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 1 Dicembre 2022, 11:20

La Lazio ha ufficialmente ripreso le operazioni a Formello, ma per vedere la squadra interamente in campo bisognerà ancora attendere un giorno. Oggi spazio per ulteriori test, ovviamente senza Milinkovic. Quest’ultimo domani con la sua Serbia si giocherà l’accesso agli ottavi di finale in Qatar ed è pronto per la sfida: «La situazione con la caviglia è migliorata – ha detto in conferenza stampa – sarò pronto per la Svizzera. Non credo che possiamo promettere nulla, perché ogni giocatore che arriva in Nazionale vuole dare il massimo. Spero solo che la fortuna sia dalla nostra parte».

Lazio, Milinkovic nel mirino del Real Madrid

Servirà tanta fortuna, ma anche bravura, come dimostrato nel gol del momentaneo 2-1 contro il Camerun da parte del Sergente. Stop, due frazioni di secondi per mirare, poi sinistro all’angolino e vantaggio grazie anche a un Ebassy non proprio reattivo. Decisivo anche col piede debole Sergej, ora finito sul serio nel mirino del Real Madrid. Dalla Spagna sono sicuri (in primis Diario Gol) che Florentino Perez, presidente delle Merengues, abbia già fissato un incontro con l’agente del calciatore, Kezman. Per Milinkovic non si tratterebbe di un interessamento qualunque, visto che i Blancos sono il suo sogno da sempre, ma prima bisognerà passare per Lotito.

Lotito attende la risposta del serbo

Il patron, come ci ha rivelato di recente, chiaramente gongola per i picchi del suo gioiello: «Quanto vale dopo il gol fatto al Mondiale, il miglior centrocampista d'Europa (13 gol nel 2022, ndr), con una caviglia gonfia? Poi dicono che io sparo...». Certamente non varrà i 120 milioni sbandierati tempo fa, ma la Lazio ha tra le proprie mani un calciatore con ritmi simili a De Bruyne. Sono infatti 12 i gol stagionali col club passati per i piedi di Milinkovic tra gioie personali e assist, solamente tre in meno rispetto al fuoriclasse belga del Manchester City. Il Sergente può arricchire a dismisura le casse della società, ma prima sarà necessario arrivare a un accordo per il rinnovo che sembra ancora lontano. Il punto di incontro sarebbe una clausola che per Lotito non deve scendere sotto i 60-70 milioni, mentre per Kezman la cifra migliore sarebbe attorno ai 40. La Lazio intanto offre 5 milioni all’anno (bonus compresi) e attende. Ora la palla passa a Sergej.

© RIPRODUZIONE RISERVATA