Genoa, Juric: «La classifica è brutta ma risaliremo»

Genoa, Juric: «La classifica è brutta ma risaliremo»
2 Minuti di Lettura
Sabato 28 Ottobre 2017, 12:54 - Ultimo aggiornamento: 17:59

«Non pensiamo alla classifica e giochiamocela». Chiaro il messaggio lanciato da Ivan Juric alla vigilia della trasferta di Ferrara. Contro la Spal, dietro un solo punto, il Genoa vuole ripartire dopo la sconfitta in settimana con il Napoli. «Da parecchio stiamo facendo prestazioni positive - ha spiegato il tecnico rossoblù - e voglio che continuino così, sperando di fare punti. La Spal è organizzata, da due stagioni hanno uno stile di gioco e lo stesso allenatore per questo sono una squadra difficile da affrontare soprattutto in casa. Sanno chiudersi bene per poi essere pericolosi davanti con Borriello, Paloschi e Antenucci». La fiducia in casa Genoa di certo non manca. «Siamo consapevoli che la classifica non è positiva ma prendo forza dalle prestazioni dei ragazzi - ha aggiunto Juric - . Stiamo recuperando giocatori e forma, anche contro il Napoli abbiamo fatto cose positive. Abbiamo tutte le carte in regola per risalire. La classifica è brutta ma non ci deve condizionare. Di certo affronteremo una squadra solida e vincere non è obbligatorio». Contro la Spal possibile anche un piccolo turn over. «Veloso ha un affaticamento e valuteremo ma Omeonga è pronto se servisse. Anche Rosi sta meglio e devo decidere chi partirà titolare tra Galabinov e Lapadula che è in crescita e sta entrando in forma». Le ultime parole Juric le spende per Taarabt, tornato ad alti livelli. «È cresciuto e deve mantenersi così ma vorrei non si esagerasse troppo perché ha fatto solo due partite bene. Dopo tanti anni per poter dire che è tornato deve fare bene per tanto tempo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA