Fifa, la Pandemia costerà al calcio mondiale 14 miliardi di dollari

Mercoledì 16 Settembre 2020
La pandemia di coronavirus potrebbe costare al calcio mondiale 14 miliardi di dollari, cifra che include associazioni e accademie giovanili ma non il calcio internazionale per club, secondo quanto detto da Olli Rehn, che presiede la gestione del dossier Covid-19 della Fifa. Il dirigente finlandese ha aggiunto che il calcio in Sud America e Africa è stato colpito molto più duramente che in Europa. Rehn ha anche insistito sul fatto che l'uso dei fondi sarà stato attentamente monitorato, con alcune associazioni che lamentavano regole di conformità rigorose. «La corruzione non ha posto nella Fifa. È quindi imperativo che ci assicuriamo che il fondo sia utilizzato per gli scopi giusti», ha detto. Inoltre ogni federazione potrà anche richiedere prestiti senza interessi fino a 5 milioni di dollari che possono essere utilizzati per attività tra cui il riavvio delle competizioni e l'attuazione di protocolli di ripresa del gioco.

Secondo il presidente del comitato direttivo Covid-19 della Fifa, Olli Rehn, più di 150 associazioni membri dell'organo di governo del calcio mondiale hanno richiesto assistenza da un fondo di soccorso per il coronavirus. Rehn ha dichiarato in una videoconferenza che «alcune parti dei pagamenti sono già state effettuate alle associazioni membri». L'ufficio del consiglio della Fifa alla fine di luglio ha approvato i regolamenti del piano di soccorso per le federazioni nazionali, con Rehn che ha affermato che tutto il denaro proviene dai fondi della Fifa. Ogni federazione riceverà un contributo di 1,5 milioni di dollari, 500.000 dollari da destinare al gioco femminile, entro gennaio 2021.  Ultimo aggiornamento: 13:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA