CORONAVIRUS

Coronavirus, nessuna partita di calcio in programma: per le scommesse sportive è di nuovo"black hole"

Martedì 21 Aprile 2020
Non c'è l'hanno fatta Bielorussia, Nicaragua, Tajikistan e Taipei a garantire continuità alle scommesse sul calcio. Negli unici campionati nazionali aperti e sui quali è possibile scommettere, oggi non si giocherà. Si tratta, come riporta l'agenzia di stampa Agimeg, di un nuovo 'black holè per il settore delle scommesse sportive, il secondo in 20 anni di vita. Il primo stop si era avuto il 6 e 7 aprile scorso, con addirittura due giorni di seguito senza partite di calcio. Si era trattato di un evento 'storicò, visto che non era mai accaduto prima. Anche Pasqua, Natale, Capodanno e Ferragosto non erano infatti mai sfuggiti alla legge del calcio: da qualche parte si giocava e di conseguenza si potevano aprire le scommesse. Fino ad aprile questa 'leggè era stata rispettata anche nell'emergenza Coronavirus. I tre giorni senza calcio costeranno al settore quasi 100 milioni di euro di mancati incassi. Aperte invece le scommesse su altri sport e precisamente tennis, basket, pallavolo, baseball, tennis tavolo (il ping pong), golf, freccette e quelle sugli eSport. Ultimo aggiornamento: 14:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani