CORONAVIRUS

Coronavirus, lo stadio del Fenerbahce è tutto esaurito ma con le sagome di medici e infermieri

Sabato 13 Giugno 2020 di Salvatore Riggio

Oltre all’Italia, con Juventus-Milan di Coppa Italia, ieri il calcio è ripartito anche in Turchia. Il Fenerbahce è sceso in campo per sfida il Kayserispor (l’altro match è stato quello tra Trabzonspor e Goztepe) e il club ha studiato una bella iniziativa per sopperire all’assenza dei tifosi sugli spalti. Curve e tribune, infatti, sono state riempite con delle sagome di cartone con le immagini di medici e infermieri. Un tributo a chi ha combattuto in prima linea nei difficili mesi dell’emergenza Coronavirus - una pandemia che ormai ha superato i sette milioni di contagi nel mondo - anche a costo della propria vita. Una cornice di pubblico davvero speciale per la ripartenza del pallone in Turchia, che si è “guadagnata” anche gli applausi dei giocatori prima dell'inizio del match. Per la cronaca, il Fenerbahce ha vinto 2-1. Vantaggio ospite con Mensah (ha esultato inginocchiandosi con un compagno con tanto di pugno destro alzato verso il cielo, in segno di sostegno al movimento “Black Lives Matter”, contro ogni discriminazione razziale), poi reti di Muriqi e Luiz Gustavo.
 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA