Spagna caos, la Liga riparte il 20 giugno. Anzi no

Spagna caos, la Liga riparte il 20 giugno. Anzi no
di Daniele Magliocchetti
2 Minuti di Lettura
Sabato 9 Maggio 2020, 06:00

La Liga riprende il 20 giugno anzi no. Gionata accesa e piena di colpi di scena in Spagna, altro paese tenuto d'occhio dal governo del calcio per la ripresa della serie A. E' successo tutto tra la serata di giovedì e la mattinata di ieri, con i cinque positivi al Covid trovati quest'oggi. A cominciare è il tecnico del Leganes Javier Aguirre che al quotidiano nazionale messicano "Marca Claro" dichiara: "La Liga? Riparte sicuro il 20 giugno e finisce il 26 luglio, giocheremo di sabato, domenica mercoledi e giovedì. Tutto in cinque settimane, l'ho saputo direttamente dalla mia società che me l'ha comunicato proprio oggi (ieri ndc). Sono molto contento, non vedo l'ora di ripartire".
Tutto a posto, quindi. Dopo la Germania anche la Spagna è pronta. Ma non sarebbe proprio così. Dalla Federazione e dallo stesso governo spagnolo arrivano secche smentite. Un giallo, insomma. La realtà è che quelle date erano e sono indicazioni di massima ma non ancora ufficializzate. Aguirre, in realtà, non doveva annunciarle almeno prima di alcune verifiche. A complicare il tutto ci sono stati anche i primi esiti dei test medici eseguiti dalle squadre che hanno dati riscontri non proprio positivi. Sono infatti cinque le positività rilevate, tre nella Liga e due in Segunda Division. La verità è che la Federcalcio spagnola se ne aspetta molti di più, ma nonostante questo e seppur con le smentite sulla ripresa, i vertici federali iberici vanno avanti a testa bassa per riprendere il campionato proprio nel mese di giugno.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA