Il Khimki ferma la corsa dell'AX Milano. I russi vincono 87-79

Il Khimki ferma la corsa dell'AX Milano. I russi vincono 87-79
di Marino Petrelli
2 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Novembre 2019, 20:05 - Ultimo aggiornamento: 23:06

Si ferma la corsa dell'AX Milano in Eurolega dopo sei vittorie consecutive. Alla Mytishchi Arena, il Khmki vince 87-79 producendo il massimo sforzo nei secondi venti minuti con un parziale da 40-28. Milano avanti fino al 47-56, poi subisce un 16-0 che gira completamente la partita. Shved, 24 punti e 7 assist, Jerebko, 19 punti, con 7/8 da due, e Booker, 11 punti e 8 rimbalzi, sospingono la squadra russa. Per l'Olimpia cinque in doppia cifra, ma poco altro dal resto della squadra. Scola 16 punti, di cui 14 nei primi venti minuti, Roll 14, con 4/6 da tre punti, e Nedovic 13 punti. 

LA PARTITA
Senza Gudaitis e Della Valle infortunati, Messina parte con un quintetto atipico: Rodriguez in cabina di regia, Micov guardia, Brooks ala piccola, White e Scola sotto canestro. Avvio equilibrato, 8-8 dopo quattro minuti. Roll al posto di Micov restituisce equilibrio all'Olimpia. Shved con le triple regala il 15-13 per il Khimky. Milano risponde colpo su colpo e chiude avanti 22-25 il primo quarto. La AX prova l'allungo, Nedovic mette la tripla del 24-33. Il Khimky rientra sul meno due, ma Nedovic è implacabile da oltre l'arco: 33-41 al 16esimo. Al riposo lungo è 47-51 con 14 punti di Scola e il 48 per cento da tre per gli ospiti. 

Milano prova ancora ad allungare, ma le triple del Khmky rimettono i russi in corsa, 55-56 al 26esimo. Dopo vari tenatitivi arriva il sorpasso con un canestro da tre di Bertans, grande ex di turno, poi con i punti di Shved e Jovic: 63-56 con un parziale di 16-0. Scola e Rodriguez interrompono l'emorragia e Milano ritrova la parità sul 65 alla fine del terzo periodo. Shved è immarcabile, il Khimki vola 78-68 al 35esimo. Roll e Micov mettono due triple che ridanno respiro all'Olimpia, 80-74 al 37esimo. E' l'ultimo sussulto, Jerebko e Booker chiudono la partita sull'87-79 e i russi agganciano Milano al secondo posto in classifica. 

LE ITALIANE IN EUROPA
In generale, è stata una settimana piuttosto felice per le italiane nelle coppe europee. In Eurocup, la Reyer Venezia, che ha giocato per la città devastata dall'alta marea, ha battuto Kuban 66-61, ottenendo il quinto successo europeo. La Segafredo Bologna recupera 17 punti e vince in volata a Rishon 79-85 conservando l'imbattibilità anche in Europa. Bene anche la Germani Brescia che rischia nel finale contro Badalona, ma vince 87-83. Sconfitta in casa invece l'Aquila Trento dal Buducnost. In Champions League, non si ferma la corsa del Banco Sardegna Sassari che batte Strasburgo in casa 90-67 e resta prima nel girone A. Male la Happy Casa Brindisi che, con un centinaio di tifosi al seguito, subisce un parziale di 20-10 negli ultimi quattro minuti e perde 95-91 dal Paok ultimo nel girone D. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA