BOLLETTINO

Zanardi stabile e grave, l'ospedale: «Stop ai bollettini»

Mercoledì 24 Giugno 2020
Zanardi stabile e grave, l'ospedale: «Stop ai bollettini»

Alex Zanardi resta stabile e grave e dall'ospedale di Siena dove è ricoverato in terapia intensiva comunicano lo stop ai bollettini medici: «Sentita la famiglia - fa sapere il nosocomio - si ritiene utile non diffondere altri bollettini medici sin quando non ci saranno variazioni significative sul suo stato di salute».

LEGGI ANCHE Alex Zanardi, nuovo post su Instagram del figlio Niccolò: «Questa mano non la lascio, ti aspetto»
LEGGI ANCHE Zanardi, il Papa scrive una lettera ad Alex: «Prego per te, la tua forza è un esempio»
LEGGI ANCHE Zanardi, il figlio Niccolò: «Forza papà, ti aspetto, torna presto»

Zanardi ha trascorso «la quinta notte di degenza senza sostanziali variazioni nelle sue condizioni cliniche, per quanto riguarda i parametri cardio-respiratori e metabolici, e rimane grave il quadro neurologico. È sempre sedato, intubato e ventilato, la prognosi rimane riservata». 

«Abbiamo passato la fase emozionale, ma adesso serve la fase della razionalità. Per questo, sentita la famiglia, abbiamo deciso di sospendere i bollettini fino a nuove comunicazioni». Lo ha spiegato il direttore sanitario dell'ospedale di Siena Roberto Gusinu. «Questo è un ospedale Covid e dobbiamo preservarlo», ha detto anche circa l'assiepamento di giornalisti e tv laddove transitano pure pazienti, utenti e personale. «L'equipe lavora serenamente, c'è grande equilibrio. Come per tutti i pazienti, su Zanardi si alternano circa 20 tra infermieri, medici e turnisti».
 


«Abbiamo passato la fase emozionale, ma adesso serve la fase della razionalità. Per questo, sentita la famiglia, abbiamo deciso di sospendere i bollettini fino a nuove comunicazioni». Lo ha spiegato il direttore sanitario dell'ospedale di Siena Roberto Gusinu. «Questo è un ospedale Covid e dobbiamo preservarlo», ha detto anche circa l'assiepamento di giornalisti e tv laddove transitano pure pazienti, utenti e personale. «L'equipe lavora serenamente, c'è grande equilibrio. Come per tutti i pazienti, su Zanardi si alternano circa 20 tra infermieri, medici e turnisti».

LEGGI ANCHE Zanardi, prove di risveglio non prima di dieci giorni
Per Alex Zanardi, in prognosi riservata al'ospedale di Siena, «continua il neuromonitoraggio e viene valutato costantemente da un'équipe formata principalmente da anestesisti-rianimatori e neurochirurghi, affiancata da un team multidisciplinare in base alle diverse esigenze cliniche». Lo precisa lo stesso ospedale di Siena in merito al decorso clinico e all'assistenza medica della struttura durante questa fase.

La procura
La procura di Siena vuole interrogare come testimone il videomaker che ha filmato la sequenza dell'incidente del 19 giugno a Pienza (Siena). Secondo quanto appreso il pm Serena Menicucci potrebbe sentire il cameraman già nel pomeriggio di oggi. L'uomo è atteso negli uffici degli inquirenti. Il video venne prelevato e sequestrato dai carabinieri subito sul posto dell'incidente ed è stato subito visionato: le immagini mostrano che Alex Zanardi controllava la handbike tenendo le mani sui manubri.

Malagò
«Voglio mandare un abbraccio forte ad Alex in questo momento, è il simbolo di tutto lo sport e non solo di quello italiano»; ai microfoni di Sky Sport il presidente del Coni parla di Alex Zanardi. «Ho letto il messaggio che ha scritto il Papa per lui, commovente, pazzesco, eccezionale», ha aggiunto i n.1 del Coni commosso. (ANSA).

Ultimo aggiornamento: 14:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA