Nibali: «È stata una stagione difficile. Nel 2019 voglio la Liegi e il Giro»

Sabato 13 Ottobre 2018 di Francesca Monzone
Stanco ma soddisfatto Vincenzo Nibali con il Giro di Lombardia ha chiuso la stagione 2018. Tira le somme lo squalo e fa un primo bilancio, con un occhio che guarda al 2019, dove vorrebbe vincere la Liegi-Bastogne-Liegi e partecipare al Giro d’Italia. “Oggi il Lombardia è stato durissimo. Ha detto il siciliano - cerco sempre di dare il massimo ma alla fine non avevo più energie e avevo finito anche l’acqua”. Lo squalo dello Stretto voleva mettere il suo terzo sigillo su questa corsa, dopo averla vinta nel 2015 e 2017, ma Pinot ha dimostrato di essere il più forte in gara conquistando a Como la sua prima classica monumento. “Pinot ha meritato di vincere. È stato lui il più forte e misurarsi con corridori così e arrivare secondi non è mai una sconfitta. C’è stata la corsa per arrivare a Civiglio perché sapevamo che lì si sarebbe decisa la gara”. 
Il Giro di Lombardia è entrato nel vivo con un attacco partito a 50 chilometri dal finale con lo sloveno Roglic e poi la risposta di Pinot e Nibali che non si è fatta attendere e il colombiano Bernal che poco dopo li ha raggiunti. “È stata una corsa tiratissima fino alla fine dove nessuno degli attaccanti si è risparmiato. Sono rimasto da solo con Pinot, ma quando lui ha attaccato le mie gambe non hanno risposto”. 
Negli ultimi tre chilometri il siciliano sembrava essersi arreso, ma quando 6 contrattaccanti con Valverde, Majka e Uran lo stavano per raggiungere, lui ha rilanciato, staccandoli e involandosi verso il traguardo con l’obiettivo di difendere il secondo posto.
“Qualche chilometro prima del traguardo sapevo che c’era un gruppetto alle mie spalle che mi stava raggiungendo. Quando ho sentito le loro ruote arrivare, ho tirato fuori tutto quello che mi era rimasto e ho fatto un allungo. È andata bene perché anche loro erano stanchi e non sono riusciti a riprendermi”. 
Il corridore della Bahrein-Merida fa un bilancio di questo 2018, dove i problemi non sono mancati. “Ho vinto la Milano-Sanremo quest’anno ed è stato un grande obiettivo. Dopo quello che è successo al Tour alla fine posso dire di essere soddisfatto e domani farò altri controlli medici. È stata una stagione difficile e son stato costretto a inseguire sempre il risultato”. 
Nibali è ottimista e pensa già al nuovo anno dove vorrebbe fare grandi cose e ottenere risultati di prestigio. “Adesso vorrei solo andare in vacanza e non pensare ad altro. Ho chiuso una stagione difficile e lavorerò per un 2019 dove cercherò importanti risultati. Ho già vinto due classiche, Sanremo e Lombardia, ma la corsa che mi piace di più la Liegi-Bastogne-Liegi, ancora non l’ho conquistata. Penso che questa corsa sarà il mio obiettivo nel 2019. Poi c’è il Giro d’Italia che mi incuriosisce ed è la corsa più importante per noi italiani”.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Chi era Trilussa?”: cosa rispondono i ragazzi di Trastevere

di Veronica Cursi