Campionati italiani di ciclismo, Bettiol super favorito, ci saranno anche Nibali e Aru

Campionati italiani di ciclismo, Bettiol super favorito, ci saranno anche Nibali e Aru
di Francesca Monzone
2 Minuti di Lettura
Sabato 29 Giugno 2019, 17:54 - Ultimo aggiornamento: 18:07

Si concluderanno domani, con la corsa degli uomini Elite, i campionati italiani di ciclismo e al via ci saranno tutti gli stradisti più forti, pronti a conquistare la maglia tricolore. Il percorso adatto agli scalatori, sarà di  227 chilometri da Borgo Val di Taro a Compiano, sull’Appennino parmense e fare un pronostico è molto difficile. Al via ci sarà  Elia Viaviani (Deceuninck-Quick Step), campione italiano in carica, che difficilmente riuscirà a mantenere la maglia, poiché il percorso adatto a scalatori, non lo vede tra i favoriti. Dopo il secondo posto alla cronometro di ieri, il più accreditato per conquistare il tricolore, è Alberto Bettiol (Educational First), il vincitore dell’ultimo Giro delle Fiandre. Il toscano dovrà fare i conti con corridori abituati alle salite e per lui vincere non sarà facile. Vedremo Vincenzo Nibali, che il titolo italiano lo ha già conquistato ed è venuto per vincere nuovamente la maglia di casa. Il siciliano correrà con altri 6 uomini della Bahrein-Merida, tra questi oltre al fratello Antonio, ci saranno: Pozzovivo, Garosio, Colbrelli, Agnoli e Caruso.

Valerio Conti a Il Messaggero Tv: «La maglia rosa è un sogno e un punto di partenza»

Alla partenza ci sarà anche Fabio Aru, (UAE Emirates) campione nazionale due anni fa e che rivedremo al prossimo Tour de France.  A sorprendere il gruppo potrebbe esserci Diego Ulissi (UAE Emirates), particolarmente adatto a questo percorso o Matteo Trentin (Mitchelton-Schott), che potrebbe lanciare la sfida. Tra i meno favoriti ma che potrebbero lasciare il segno, ci sono Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), miglior scalatore al Giro d’Italia e il compagno di squadra Felline, che potrebbe avanzare pretese. Da non sottovalutare i corridori delle squadre professionali, come la NIPPO-Fantini e l’ Androni- Sidermec, che hanno disputato un ottimo Giro d’Italia. Gli Orange blu avranno Damiano Cima e Marco Canola, mentre la formazione di Gianni Savio, tra i favoriti vedrà Masnada e Vendrame
Il percorso di 227 chilometri avrà un dislivello di 4000 metri e le alte temperature, renderanno la corsa più difficile. Dopo i primi 10 chilometri di corsa, si entrerà nel primo dei due circuiti. I corridori faranno due giri da 47,3 chilometri, prima del circuito finale di 12,4 chilometri da ripetere  dieci volte. La difficoltà principale sarà  l’ascesa di Strela di 5,1 chilometri al 3,4%. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA