Boxe, Italia batte Argentina 7-1: inizia il cammino verso Tokyo 2020

Primo step della Federazione pugilistica italiana verso Tokyo 2020: con il match di boxe Italia-Argentina, andato in scena ieri sera, è ufficialmente iniziato il cammino degli atleti che tenteranno di salire sul podio in Giappone. Otto match, con gli italiani che hanno avuto la meglio per sette volte, sostenuti dal pubblico accorso nel Palasantoro, a Roma. Un evento "benedetto", visto che, pochi giorni fa, i boxeur sono stati ricevuti dal Santo Padre e lo stesso dual match è una dedica speciale a Scholas Occurrentes, la Fondazione del Santo Padre.

Sette, quindi, le affermazioni del nostro team, anche se in alcuni match la vittoria non era affatto scontata. Primo incontro della serata nel Palasantoro, quello disputato dal 52 Kg Federico Serra, che ha sconfitto ai punti Alexis Emmanuel Rebozzio. Il 2 a 0 per l'Italia arriva grazie alla vittoria di Manuel Cappai sempre nei 52 Kg opposto a Ramon Nicanor Quiroga. Nel terzo match, il 57 Kg Nicolas Augustin Vergara accorciava le distanze, superando il nostro Giuseppe Canonico. Tifo da stadio per il 63 Kg Armando Casamonica nel match contro Pablo Daniel Romero: nessuna incertezza, l'affermazione è netta. Gli azzurri vincono anche i restanti 4 match grazie alle prestazioni di Amedeo Sauli (69 Kg) contro Jonathan Jose Parada, Salvatore Cavallaro (75 Kg) che ha dovuto faticare contro Pablo Exequiel Corzo (e alla fine si è procurato una ferita al sopracciglio destro), Simone Fiori (81 Kg) opposto a Juan Angel Coria e Abbes Aziz Mouhiidine (91 Kg) contro Luciano Miguel Sanchez. Soddisfazione comprensibile nell'entourage azzurro espressa dal Head Coach Giulio Coletta: «Ottime le prove dei nostri atleti in questo primo step di avvicinamento ai Tornei di Qualificazione Olimpica del prossimo anno». 

A bordo ring un ricco parterre di personalità, per questo evento organizzato dalla FPI, in collaborazione con Artmediasport, GS Fiamme ORO e Scholas Occurrentes, e patrocinato dal CONI: il Presidente EUBC, Franco Falcinelli, il Presidente FPI Vittorio Lai, il Pres. GS Fiamme Oro Francesco Montini, il Coordinatore Sport Italia Scholas Mario del Verme. Sotto i riflettori l'Ambasciatore del Pugilato Italiano nel Mondo Nino Benvenuti, il Membro Giunta CONI e Team Manager Nazionali Azzurre di Boxe, Roberto Cammarelle, il Capitano Italia Boxing Team Clemente Russo, nei panni del commentatore tecnico, ed i campionissimi Giovanni De Carolis, Emiliano Marsili, Michael Magnesi (chiamato sul ring dopo il 5 match per lanciare l'incontro della 26/10 pv che lo vedrà opposto al Ghanese Awuku per il Titolo Int. WBC Superpiuma - Roma Ragusa OFF, ndr), Emanuele Blandamura, nonchè l'Azzurro Vincenzo Mangiacapre.  

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani