David Letterman annuncia il ritiro. Dice addio il re dei talk show americani

David Letterman annuncia il ritiro. Dice addio il re dei talk show americani
3 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Aprile 2014, 23:50 - Ultimo aggiornamento: 6 Aprile, 17:27

E' l'ora dei grandi ritiri nella tv americana. Dopo Jay Leno, anche il suo rivale, David Letterman, a 66 anni, annuncia il ritiro dal piccolo schermo dopo 32 anni di onorata carriera. Il celebre conduttore televisivo americano, andrà in pensione il prossimo anno. Il primo a dare la notizia su twitter è stato Mike Mills, ex bassista dei rem che suona ogni sera nel suo show. «Dave ha appena annunciato il suo ritiro nel 2015. #muchlovedave», ha cinguettato il musicista. Poi è arrivata la conferma ufficiale della Cbs.

E in serata il suo messaggio di congedo dal pubblico, sempre su twitter: «Voglio solo ribadire i miei ringraziamenti per l'appoggio avuto dalla rete, da tutte le persone che hanno lavorato qui, tutte le persone in studio, tutte le persone dello staff, tutti voi a casa. Vi ringrazio molto».

L'addio del protagonista del celebre 'Late Show', in diretta ogni sera da New York, arriva a poco più di un mese dal passo indietro di Jay Leno, storico conduttore su Nbc del «Tonight Show», condotto ora dal più giovane Jimmy Fallon. E segna la fine di un'epoca dello show business americano. In onda sin dal lontano 1982, prima sulla Nbc, poi dal 1992 sulla Cbs, Letterman è considerato come una sorte di precursore del talk show made in Usa.

Comico, spesso caustico e graffiante, David Michael Letterman, nato il 12 aprile del 1947 a Indianapolis, è una delle stelle di assoluta grandezza della tv americana. Nel 1996, ha conquistato la 45/a posizione tra i top 50 nelle greatest tv Star of All Time a cura di Tv Guide. E nel 2013, ha superato il suo amico e mentore Johnny Carson, icona della tv Usa a cavallo tra gli anni '50 e '80, come conduttore più 'longevò, con oltre 31 anni di presenza continua in tv. Nel corso della sua lunghissima carriera ha collezionato un numero enorme di premi: oltre 50 nomination degli Emmy Award, due vittorie per Daytime Emmys e cinque per Primetime.

Nel 2012 il riconoscimento più prezioso, quando direttamente dal presidente Barack Obama ha ricevuto il Kennedy Center Honors, per essere «uno delle personalità più influenti della storia della televisione, avendo divertito intere generazioni di spettatori degli show della seconda serata con il suo fascino e la sua arguzia mai convenzionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA