Ermal Meta, testo e significato di "Un milione di cose da dirti": la canzone di Sanremo 2021

Ermal Meta, testo e significato di Un milione di cose da dirti: la canzone in gara a Sanremo 2021
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Marzo 2021, 11:11 - Ultimo aggiornamento: 6 Marzo, 21:41

Tra i protagonisti di questa sera ci sarà anche lui: Ermal Meta. Da quella prima volta in cui è salito sul palco dell'Ariston, per la categoria Giovani nel 2006, di strada ne ha fatta tanta. Con Un milione di cose, Ermal Meta arriva a Sanremo 2021 da cantante maturo e con una fandom motivata e appassionata. Il brano che presenta alla 71a edizione del Festival verrà incluso nell'album Tribù Urbana, che uscirà il prossimo 12 marzo anticipato dal nuovo singolo No Satisfaction.

Bugo, testo e significato di E invece sì: la canzone in gara a Sanremo 2021

Significato della canzone

Sempre apprezzato per la sua sensibilità e profondità, Un milione di cose da dirti promette di diventare uno dei pezzi più amati di Sanremo 2021: con questa canzone il cantante di Vietato morire e di Ragazza paradiso, Ermal Meta parla d'amore. Sì, perché l'amore, con le sue contraddizioni e le sensazioni che dà, è il più potente sentimento che lega le persone. Tra alti e bassi, l'innamorato sembra quasi non trovare le parole per descrivere quello che prova, ma gli basta dare il suo «cuore a sonagli per i tuoi occhi a fanale». Le parole lasciano il posto al sentimento che diventa musica: l'unico mezzo che sembra descrivere nel modo giusto i sentimenti di Ermal Meta. Del resto «se mi resti vicino non ci spegne nessuno».

Testo di Un milione di cose da dirti

Senza nome io, senza nome tu
E parlare finché un nome non ci serve più
Senza fretta io, senza fretta tu
Ci sfioriamo delicatamente
Per capirci un po' di più
Siamo come due stelle scampate al mattino
Se mi resti vicino non ci spegne nessuno
Avrai il mio cuore a sonagli

Per i tuoi occhi a fanale
Ti ho presa sulle spalle
E ti ho sentita volare
Con le mani nel fango
Per cercare il destino
Tu diventi più bella ad ogni tuo respiro
E mi allunghi la vita inconsapevolmente
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente
In un mare di giorni felici annega la mia mente
Ed ho un milione di cose da dirti

Ma non dico niente
Ma non dico niente
Il tuo viaggio io, la mia stazione tu
E scoprire che volersi bene
È più difficile che amarsi un po’ di più
È la mia mano che stringi, niente paura
E se non riesco ad alzarti starò con te per terra
Avrai il mio cuore a sonagli per i tuoi occhi a fanale
Ce li faremo bastare
Ce li faremo bastare
Con le mani nel fango per cercare il destino
Tu diventi più bella ad ogni tuo respiro

E mi allunghi la vita inconsapevolmente
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente
In un mare di giorni felici annega la mia mente
Ho un milione di cose da dirti
Solo un milione di cose da dirti
Ti do il mio cuore a sonagli per i tuoi occhi a fanale
E senza dirlo a nessuno
Impareremo a volare

Tu mi allunghi la vita inconsapevolmente
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente
In un mare di giorni felici annega la mia mente
Ed ho un milione di cose da dirti
Ma non dico niente
Ma non dico niente
Cuore a sonagli io
Occhi a fanale tu

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA