Il 10 agosto a Falcade “La mia Terra”, concerto ideato da Diego Basso per il Bellunese colpito dal nubifragio

Martedì 6 Agosto 2019
Diego Basso
Un concerto a quasi 2.000 metri di quota per sostenere la montagna veneta e le popolazioni del Bellunese colpite dal nubifragio dello scorso ottobre. Il 10 agosto alle 11,30 nel Bosco degli Artisti di Falcade (Belluno), va in scena La mia Terra”, il progetto musicale ideato da Diego Basso, il direttore d'orchestra trevigiano che ha cavalcato i maggiori palcoscenici internazionali. Nella suggestiva cornice che valorizza le opere degli scultori e dei pittori della Val Biois, si esibiranno 54 elementi dell'Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, diretti da Diego Basso, e 50 giovani coristi del Children and Young Choirs dell'Art Voice Academy di Castelfranco Veneto (Treviso). «Ho ideato questo progetto musicale - afferma Diego Basso - per ridare alla montagna una piccola parte di quello che essa dona agli artisti di tutto il mondo e agli orchestrali che suonano strumenti creati con il legno».

Il 10 agosto in programma ouverture e brani pop come
Imagine di John Lennon, Earth Song di Michael Jackson eseguiti in versione sinfonica; sempre in versione sinfonica con coro, si potrà ascoltare il brano Il canto della terra, scritto dal compositore Francesco Sartori e reso famoso nel mondo dalla voce di Andrea Bocelli. Il pezzo - che ha ispirato il titolo di questo progetto musicale - aprirà il concerto di Falcade e ha chiuso quello del 23 marzo scorso al Teatro Mario Del Monaco di Treviso. Protagoniste dell'evento del 10 agosto saranno anche le letture di Andrea Pennacchi, a cura del Teatro Stabile del Veneto, tratte dal testo Da qui alla luna dello scrittore Matteo Righetto. Il concerto rientra tra le iniziative dedicate ai 10 anni Dolomiti Unesco (2009 - 2019). © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani