“Premio Italo Calvino”, scelte le nove opere finaliste

Mercoledì 16 Maggio 2018
Italo Calvino
Il Comitato di Lettura del 31mo “Premio Italo Calvino” ha scelto, tra 720 manoscritti, le 9 opere finaliste, di autori esordienti, da sottoporre alla Giuria. La premiazione si tiene il 22 maggio al Circolo dei Lettori di Torino, alla presenza di Massimo Bray, Direttore della Treccani, con la quale il premio ha stipulato una collaborazione triennale. I testi sono “Elena di Sparta” di Loreta Minutilli; “Il faraone” di Riccardo Luraschi; “Il grande vuoto” di Adil Bellafqih; “L’inverno di Giona” di Filippo Tapparelli; “Omeocrazia” di Maurizio Bonino e Valentina Drago; “La sartoria di via Chiatamone” di Marinella Savino; “Sinfonia delle nuvole” di Giulio Nardo; “Talib, ovvero la curiosità” di Bruno Tosatti; “Trovami un modo semplice per uscirne” di Nicola Nuccì.

Da quest’anno viene inoltre assegnata una speciale menzione Treccani. Il Premio è stato fondato a Torino alla morte di Italo Calvino da un gruppo di suoi amici tra cui Norberto Bobbio, Natalia Ginzburg, Massimo Mila, Lalla Romano, Cesare Segre. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il pugno di ferro di Papa Francesco sui vescovi americani

di Franca Giansoldati