MINIATURE

Immagini da un’Italia che non c’è più: gli scatti della mostra "Il sorpasso" dedicata al secondo dopoguerra

Giovedì 10 Gennaio 2019 di Nicolas Lozito
Che Italia era settantanni fa? Cosa c’era nelle piazze, nelle case, nei bar, ai comizi, alle feste? Quanto era diversa dall’Italia di oggi?

La risposta è racchiusa nei 160 scatti della mostra “Il sorpasso” esposta al Museo di Roma a Palazzo Braschi fino al prossimo 3 febbraio (ingresso 7€). Curata da Enrico Menduni e Gabriele D’Autilia, è co-prodotta con l’Istituto Luce-Cinecittà e Zètema Progetto Cultura. Sottotitolo: Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961. Le fotografie, infatti, ripercorrono i 15 anni successivi alla Seconda guerra mondiale, inquadrando contemporaneamente rilancio e contraddizioni di un’epoca irripetibile. 

La mostra prende il titolo della pellicola cult del 1962 diretta da Dino Risi, ed è un viaggio nel tempo che fa riscoprire il nostro Paese nel momento in cui entra definitivamente nella modernità.

Un'esposizione che è un piccolo gioiello nel cuore di Roma, un amarcord che scatena nostalgia anche in chi non c’era. Alle foto, organizzate in dieci sezioni tematiche, si alternano testi e citazioni dell’epoca o che commentano l’epoca. Il valore aggiunto però sono anche le didascalie. La maggior parte delle foto arrivano dagli archivi e non hanno il nome dei fotografi, ma troviamo anche nomi che hanno fatto la storia di questo mestiere: Gianni Berengo Gardin, Fulvio Roiter, Cecilia Mangini, Federico Patellani, Caio Mario Garrubba, Pepi Merisio, Wanda Wultz, Tazio Secchiaroli, Ferruccio Leiss, Romano Cagnoni, Walter Mori, Bruno Munari, Italo Insolera, Italo Zannier, e tra gli stranieri i grandi Willian Klein, Alfred Eisenstaedt, Gordon Parks.

Dopo il Museo di Roma a Palazzo Braschi, Il sorpasso sarà in mostra a Parma presso il Palazzo del Governatore, dall’8 marzo al 5 maggio 2019. Tutte le foto della mostra e gli approfondimenti sono raccolti nel catalogo edito da Silvana Editoriale (208pp., 20€).

Le venditrici ambulanti di sigarette (e i bambini con i giochi fai-da-te)


foto: CSAC Universita di Parma - Fondo PUBLIFOTO


Gli operai in bilico (e sullo sfondo il Vesuvio)


foto: Costruzioni a Napoli - Archivio storico Luce


Il concorsi di bellezza (e la messa in piega) 


foto: Le belle d'Italia. Roma, 1958 - CSAC Universita di Parma, Fondo Publifoto


I passeggeri fuori dal tram (per andare a vedere il Giro d’Italia)


foto: Folla di sportivi alla partenza di tappa del Giro d'Italia - CSAC Universita di parma - Fondo Publifoto


La pausa pranzo tutti insieme (sul viadotto in costruzione)


foto: Pranzo su viadotto appena costruito. Bucine (AR) - Fondo Vestri - Biblioteca Comunale Montevarchi


Sophia Loren (e Telesera)


foto: Sophia Loren legge di Gagarin, 1961 - Foto Archivio storico Luce


I mega manifesti elettorali (e il Partito comunista)


foto: Statua S. Francesco a Piazza San Giovanni - Roma, 1960 - CSAC Universita di parma - Fondo Publifoto


I comizi di De Gasperi (e le bambine con i fiocchi)


foto: Comizio di De Gasperi in Calabria, 1952 - Foto Archivio storico Luce


La Fiat di Torino (e gli operai nella neve) 


foto: Uscita degli operai dalle Officine Fiat di Torino - CSAC Universita di Parma - Fondo Publifoto


I bambini “sperduti e sbandanti” (e la Polizia che li porta via)


foto: Soccorso ai bambini perduti e sbandati, 1946 - Foto Archivio Luce
  Ultimo aggiornamento: 12:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La volpe sfrattata dai topi

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma