MAKER FAIRE 2019

Maker Faire 2019: l'essicatore “smart” di pasta a costo zero per l'ambiente

Domenica 20 Ottobre 2019 di Paolo Travisi
L'essicatore “smart” di pasta a costo zero per l'ambiente

Una serra smart ad energia solare per essiccare la pasta. E' il prototipo realizzato da Crea, Centro di ricerca Ingegneria e Trasformazioni agroalimentari, e presentato a Maker Faire 2019, da uno dei ricercatori che ha preso parte al progetto, Alessandro Cammerata. «Usa esclusivamente energia solare, c'è un gestore IoT di intelligenza artificiale collegato all'essiccatore in grado di gestire in modo autonomo ogni processo operativo di essiccazione. Il controllore verifica il livello di umidità e temperatura, necessari per l'ottimizzazione del procedimento che parte dal fresco, col 35% di umidità, e si conclude per legge al 12%».

Maker faire 2019, esplorare l'universo sfiorando le mappe con le dita: i non vedenti sbarcano nello spazio

Il progetto di Crea, ha l'obiettivo di usare solo energia rinnovabile, come quella solare, quindi a costo zero sia per il produttore di pasta, che ad impatto zero per l'ambiente. «Dei pannelli raccolgono l'energia solare, che riscalda la camera di essiccazione, costruita in policarbonato, e che alimenta una batteria di accumulo, la quale gestisce tutti i controlli elettronici, come i sensori e l'Arduino» mentre il diagramma che governa il processo di essiccazione è gestito in automatico tramite computer con l’utilizzo di un software dedicato.

Maker Faire 2019: decidi cosa piantare, al resto pensa OrtoBot

«Riusciamo ad ottenere un prodotto fino a 8 chili, in otto ore, lo stesso tempo che servirebbe ad un essiccatore, con la differenza che un micropastificio alimentato da una caldaia consumerebbe 50 kw ogni 8 ore, mentre il nostro prototipo appena 1,8 kw, che è virtuale, perché energia solare».
 

Ultimo aggiornamento: 14:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Dalla candeggina ai contagi: ecco le bufale su cani e gatti

di Marco Pasqua