Metropolitana, autobus, abbonamenti e Ztl: ecco come muoversi durante l'Anno Santo

Lunedì 7 Dicembre 2015
ROMA - Sarà la stazione della metropolitana Lepanto la zona da dove arriveranno i pellegrini per gli eventi del Giubileo straordinario della Misericordia in piazza San Pietro. Stazione che per l'occasione cambierà il nome in Lepanto-Vaticano.
Per l'inaugurazione dell'Anno Santo. Off limits (non sarà chiusa, ma è sconsigliata) la stazione di Ottaviano, perché l'area di massima sicurezza in zona San Pietro comprende anche via di Porta Angelica e tutto Borgo Pio. Transenne quindi per i pellegrini che dovranno confluire in via della Conciliazione lato Castel Sant'Angelo per poi essere sottoposti ai controlli con metal detector.

Aree di massima sicurezza. La Roma del Giubileo è anche questo: aree di massima sicurezza elaborate dalle forze dell'ordine in occasione dei cosiddetti Grandi eventi del Giubileo che comprendono rimozioni di auto il giorno prima, chiusure al traffico nella notte e controlli serratissimi nei percorsi dei pellegrini. A vigilare sui flussi dei fedeli, sulla mobilità e sulla lotta ai venditori ambulanti abusivi, ci saranno ad esempio 900 vigili in strada il 7 e l'8 dicembre.

Off limits San Pietro e Tridente. Alle 9,30 di martedì la cerimonia di apertura della Porta Santa in piazza San Pietro. Già da oggi a partire dalle 10.30 partiranno le rimozioni delle auto nell'area di massima sicurezza. Off limits via di Porta Angelica, l'area di Borgo Pio fino a Borgo Santo spirito, via della Conciliazione fino a via della Traspontina. La zona verrà transennata. Le chiusure al traffico partiranno dalla sera di lunedì. Anche durante gli altri eventi in piazza San Pietro si prevede di non interrompere il traffico sul lungotevere ameno che non ci siano esigenze di sicurezza e il flusso di pellegrini sia così imponente da richiedere lo stop alle auto. Sempre martedì dalle 11 scatteranno le chiusure al traffico nell'area a ridosso di piazza di Spagna e piazza Mignanelli dove alle 16 papa Francesco renderà omaggio alla statua dell'Immacolata. L'area di massima sicurezza dove scatterà il divieto di circolazione già alle 11 di martedì comprende via dei Due Macelli, via di Capo le Case, via della Mercede, via di Propaganda, via Mario de’ Fiori. Divieto di transito anche in via di San Sebastianello. Nel dispositivo è prevista la chiusura «a vista» di largo del Tritone e via del Tritone. Possibile poi anche lo stop alla viabilità nel Traforo.

Intensificate le corse di bus e metro. Il piano speciale per il trasporto pubblico parte l'8 dicembre in concomitanza con l’apertura dell’anno Giubilare. Più corse durante le feste e gli eventi del Giubileo. Martedì 8, il 12-13, il 19-20 e il 27 in occasione del Giubileo della famiglia saranno intensificate, dalle 10.30 alle 20.30, le linee che conducono alle più importanti zone commerciali. Le linee A, B e B1 saranno potenziate con 32 corse aggiuntive rispetto al servizio normale il 13, 20 e 27 dicembre.

Le card. Atac ha messo in campo per i pellegrini la card RomeJUBILEE personalizzata con un'immagine raffigurante Papa Francesco. Consente di caricare l'offerta turistica di Atac, dal ticket giornaliero a quello settimanale, fino all'abbonamento mensile per tutti i mezzi pubblici della Capitale. E' utilizzabile su tutto il circuito Metrebus della Capitale ed è acquistabile presso le biglietterie Atac, tutti i punti vendita indiretti o attraverso il sito internet dell'azienda.

Variazioni anche per le Ztl. Martedì 8 la Ztl diurna del Centro storico sarà attiva dalle 6,30 alle 18. Nelle giornate del 13, 20 e 27 dicembre e il 6 gennaio 2016 sarà attiva dalle 14 alle 18. Nelle altre giornate la Ztl del Centro storico sarà in vigore con il consueto orario: dal lunedì al venerdì (esclusi festivi) dalle 6,30 alle 18. La Ztl A1 del Tridente sarà attiva dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi) dalle 6,30 alle 19 e il sabato (esclusi i festivi) dalle 10 alle 19. La Ztl notturna del Centro storico sarà attiva il venerdì e il sabato dalle 23 alle 3.

Itinerari pedonali del Giubileo. Massima sicurezza anche lungo i quattro itinerari pedonali dei pellegrini che sono stati definiti da Vaticano e Campidoglio per consentire ai fedeli di visitare le basiliche di San Pietro, Santa Maria Maggiore e San Giovanni in Laterano. Nel Cammino papale si va dalla basilica di San Giovanni in Laterano a San Pietro e viceversa, passando per il Colosseo. Due le varianti: una attraverso via dei Banchi Nuovi e l’altra su via dei Coronari. Nel Cammino del pellegrino si va da San Giovanni a San Pietro e viceversa. Il Cammino mariano porta da Santa Maria Maggiore a San Pietro e viceversa, passando, tra l’altro per il Carcere Mamertino (LA MAPPA DEI QUATTRO ITINERARI). Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre, 12:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il pugno di ferro di Papa Francesco sui vescovi americani

di Franca Giansoldati