Fise in campo contro le differenze di genere, Di Paola: «Al via una Commissione Anti Molestie»

La Fise ha lanciato un progetto di formazione gratuito rivolto ai ruoli della donna nel mondo del lavoro: “Donne senza paura”

Fise in campo contro le differenze di genere, Di Paola: «Al via una Commissione Anti Molestie»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Novembre 2021, 16:51

Continua il costante impegno della Federazione Italiana Sport Equestri nel contrasto alla violenza di genere. La Fise è la prima associazione sportiva ad istituire una Commissione Anti Molestie con l'obiettivo di promuovere iniziative e progetti dedicati alle donne.

In particolare in una giornata come quella di oggi nella quale ricorre la ventunesima giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne la Fise sottolinea l'importanza dell'equal opportunities che nel mondo equestre si traduce in “equal role”. Negli sport equestri, infatti, il ruolo agonistico uomo-donna non ha differenze ma la Fise punta l’attenzione anche sulla sua formazione professionale.

La dichiarazione del presidente di Fise

La federazione sportiva sente fortemente il compito, come dichiarato dal Presidente Marco Di Paola «di rappresentare un luogo inclusivo, che deve garantire sicurezza, serenità, formazione e crescita dei valori etico-sociali per i giovani e per le loro famiglie». «Lo sport è, oramai, considerato uno stile di vita, ogni famiglia vive l’attività fisica nel quotidiano, pertanto la mission della Fise e del mondo dello sport non deve solo garantire allenamento sportivo votato unicamente al dato agonistico, ma autentica educazione alla vita sia per gli atleti che per istruttori e dirigenti», ha spiegato Di Paola.

Scarpette rosse alla Sapienza, Zingaretti e Gualtieri: «Mobilitazione contro la violenza»

I progetti della Fise

Oltre ad essere stata la prima federazione sportiva ad aver istituito una Commissione Antimolestie, la Fise ha lanciato un progetto di formazione gratuito rivolto ai ruoli della donna nel mondo del lavoro. “Donne senza paura” questa è la traduzione del progetto messo in campo dalla federazione: Fearless Girls.

Puntare a posizioni o ruoli apicali e gerarchicamente più elevati nell’ambito degli organi federali e dando il giusto risalto al ruolo che la donna deve rivestire nella società contemporanea. Questo progetto per la Fise rappresenta un altro importante passaggio: attenzione e rispetto nei confronti delle donne in tutti i campi, compreso quello professionale. «Dobbiamo fare di più per portare le Donne a ruoli di vertice nelle federazioni sportive», ha dichiarato la vice Presidente della Fise Grazia Basano. «Sicuramente la nostra federazione parte da una posizione di equilibrio totale che pone allo stesso livello agonistico uomo e donna. Ma proprio in questa giornata - ha continuato - mi sento di caldeggiare la nascita e lo sviluppo di questi progetti nel mondo sportivo, ma non solo, perché la tutela delle donne deve essere un impegno a 360 gradi».

«È urgente uno sforzo comune per costruire validi percorsi in difesa delle donne, perché proprio in periodi di crisi come quello che stiamo vivendo si indeboliscono ruoli, prospettive e diventano soggetti più fragili e sacrificabili», ha concluso Basano.

Lotta alla violenza di genere, camper della polizia al Matusa per sensibilizzare i giovani

© RIPRODUZIONE RISERVATA