Portiere 17enne para un rigore col petto e muore: al campo non c'era l'ambulanza

Giovedì 11 Luglio 2019 di Simone Pierini
Portiere 17enne para un rigore col petto e muore: al campo non c'era l'ambulanza

Ha parato l'ultimo rigore della sua vita. Un rigore che ha provocato la sua morte sul campo. Un giovane portiere di 17 anni è crollato in terra dopo aver intercettato con il petto il tiro dagli undici metri. Al campo non c'era l'ambulanza e la corsa verso l'ospedale più vicino è stata inutile. Ramón Ismael Coronel, soprannominato "Piki" dagli amici, è arrivato in arresto cardiaco.

Muore a 32 anni mentre gioca a calcetto a Martinsicuro: verrà effettuata l'autopsia

Arbitro di calcio muore durante una partita: «Due infarti dopo l'intervallo». Aveva 32 anni
 

È successo durante una partita tra le squadre giovanili di una della Lega regionale di Buenos Aires, in Argentina. Il dramma è avvenuto martedì sera a Colonia San Manuel, una piccola città situata nel nord della provincia. 

I testimoni hanno sottolineato l'assenza di ambulanze sul posto. Il giovane portiere è stato trasferito in furgone all'ospedale di Reconquista, a circa 50 chilometri. Il direttore dell'ospedale ha detto che il paziente è entrato nel pronto soccorso già in arresto cardiaco e non ha risposto ai tentativi di rianimarlo. 

Secondo quanto riferito dal procuratore che sta seguendo il caso il giovane aveva subito un trauma cranico circa venti giorni fa. Il medico gli aveva consigliato di riposare ma lui si sentiva bene e aveva deciso di giocare.

Ultimo aggiornamento: 20:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma