Mangia 54 magneti per "gioco", ragazzo di 12 anni costretto a operazione salvavita

Mangia 54 magneti per "gioco", ragazzo di 12 anni costretto a operazione salvavita
4 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Febbraio 2021, 14:29

Un ragazzino di 12 anni, Rhiley Morrisonha, ha subito un intervento chirurgico salvavita dopo aver deliberatamente ingoiato 54 magneti giocattolo per voler fare sul suo corpo un "esperimento". È successo all'ospedale di Prestwich, nel Greater Manchester, tra lo stupore e la gioia dei sanitari per un lieto fine di certo non scontato. Rhiley avrebbe ingerito le sfere magnetiche in due diverse occasioni, con lo scopo di verificare come sarebbero sembrate una volta mangiate e per vedere se gli avrebbero permesso di far attaccare oggetti di metallo al suo stomaco. A riportare la notizia è il Daily Mail.

Trapianto di fegato da un donatore a paziente positiva affetta da tumore: operazione riuscita in Sicilia

Cardiopatico malato di Covid: volo salvavita da Chieti a Catanzaro con un aereo militare

Solo quattro giorni dopo l'incosciente tentativo, il dodicenne ha raccontato a sua madre Paige Ward la vicenda, sostenendo di averne ingoiate due "per sbaglio". La donna lo ha portato d'urgenza in ospedale dove i medici hanno eseguito una radiografia mettendo in luce la presenza di potenti giocattoli magnetici nello stomaco e nell'intestino di Rhiley.

Il principale timore dei medici era che i magneti potessero bruciare i tessuti o gli organi vitali del giovane, causando danni interni potenzialmente fatali. Da qui la decisione di procedere con un intervento chirurgico per la loro rimozione. L'operazione è durata circa 6 ore, e dopo un difficile percorso ospedaliero di 16 giorni Rhiley si sta ora riprendendo a casa accanto a sua madre.

La madre Paige ha detto: «Sono rimasta senza parole quando ho sentito il numero di magneti che aveva ingoiato». I medici avevano individuato circa 25-30 oggetti dalla radiografia, ma l'intervento ha poi portato alla rimozione di ben 54 sfere. «Non capivo come o perché ne avrebbe ingoiati così tanti» ha continuato la donna. «Rhiley è molto interessato alla scienza, ama gli esperimenti» ha aggiunto. «Ho provato ad attaccarmi dei magneti, volevo vedere se questo rame si sarebbe attaccato alla mia pancia mentre i magneti erano dentro» ha spiegato il ragazzo dopo l'operazione.

TikTok bloccherà account italiani per assicurarsi che utenti abbiano 13 anni

Rhiley, affetto da autismo, aveva chiesto dei giocattoli magnetici per Natale e secondo le ipotesi avrebbe ingoiato il primo gruppo di oggetti il 1 ° gennaio e il secondo il 4 gennaio. Ma solo dopo essersi accorto di non aver espulso nessuno degli oggetti, il 12enne ha deciso di svegliare la madre alle 2 del mattino del 5 gennaio preoccupato. Da lì il trasferimento in ambulanza al Royal Manchester Children's Hospital, e l'inserimento in lista per un intervento chirurgico d'urgenza.

A causa di complicazioni legate all'ingestione dei potenti magneti, Rhiley ha trascorso 10 giorni incapace di muoversi senza poter mangiare o andare in bagno, nutrito con sondino. La mamma Paige ha detto: «È stato straziante vederlo passare tutto questo, semplicemente orribile. Penso che sia stao particolarmente difficile a causa di Covid perché non poteva avere visitatori». Il 21 gennaio, Rhiley è stata dimesso e ha ricevuto un ciclo di antibiotici di una settimana per scongiurare l'infezione.

Katrina Phillips, amministratore delegato del Child Accident Prevention Trust, ha dichiarato: «Rhiley è stato fortunato a essere trattato così rapidamente ed evitare lesioni più gravi. Abbiamo sentito parlare di un numero crescente di bambini che ingoiano magneti e sappiamo che i medici sono preoccupati. Molti genitori presumono che, se possono comprare qualcosa, deve essere sicuro. Paige ora sta rendendo un grande servizio per le altre famiglie parlando di questi pericoli nascosti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA