Telefono azzurro, per i minori è allarme internet: «Ha inciso il lockdown»

Telefono azzurro, per i minori è allarme internet: «Ha inciso il lockdown»
4 Minuti di Lettura
Domenica 7 Febbraio 2021, 16:42

E' il Safe internet day. E la giornata giornata internazionale di sensibilizzazione per l’utilizzo sicuro di internet parte con alcuni dati su cui Telefono Azzurro invita a riflettere e ad agire. I numeri della linea 1.96.96 dicono che per un minore su tre le criticità legate all'online corrispondono a gravi malesseri con sfoghi aggressivi. Nel dettaglio, il 30,5% degli utenti che ha problemi su Internet soffre anche di problemi di salute mentale. Il 13% dice di aver provato atti autolesivi, il 5% tentativi di suicidio e ancora un 13% ideazione del suicidio. Il lockdown e la chiusura delle scuole - emerge - hanno reso i ragazzi più vulnerabili ai pericoli su social e internet. Lo scorso anno, considerato l'intero periodo dal primo gennaio al 31 dicembre, il 114 ha gestito 121 casi  relativi a problematiche connesse al digitale e gli utenti si sono messi in contatto con il Servizio Emergenza Infanzia nell’80,7% dei casi (con un aumento del 66% rispetto al 2019) attraverso il canale telefonico. La chat è stata utilizzata dagli utenti nel 10,5% dei casi (+80% rispetto al 2019) mentre il web e la posta elettronica sono stati utilizzati, rispettivamente, nel 6,4% (+267%) e nell’1,8% (+3%) dei casi.

La cronaca di queste settimane ha dovuto registrare la terribile vicenda della bambina di 10 anni di Palermo, dopo la cui morte il Garante per la protezione dei dati personali ha disposto nei confronti di Tik Tok il blocco immediato dell’uso dei dati degli utenti per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica. Una decisione presa in via d’urgenza. Il divieto durerà per il momento fino al 15 febbraio, data entro la quale il Garante si è riservato ulteriori valutazioni.

Leggi anche:

«Gioca con me o mi uccido», spunta nuova sfida WhatsApp: polizia salva 13enne

TikTok bloccherà account italiani per assicurarsi che utenti abbiano 13 anni

Bimbda morta a 10 anni per la sfida su TikTok: i funerali a Palermo

«La situazione è grave e bisogna intervenire subito. L’utilizzo crescente della tecnologia, cui la pandemia ha costretto i minori in questi mesi, ha purtroppo contribuito a una forte crescita degli abusi online e in generali di pericoli digitali» sottolinea il professor Ernesto Caffo, presidente dell'associazione per la tutela dei minori. «Telefono Azzurro è in prima linea per portare al centro del dibattito i rischi che la rete presenta ai più giovani. In occasione del Safer Internet Day proponiamo un intenso programma di incontri con istituzioni, esperti del mondo accademico, imprese e media per ragionare su proposte concrete che rendano internet un posto sicuro per tutti». Telefono Azzurro, l'8 e il 9 febbraio, promuove due giorni di confronto  online.

Il Consiglio d'Europa ha stimato che negli ultimi anni il numero di segnalazioni di abusi sessuali online a danno di minori è aumentato esponenzialmente, passando da 23.000 casi nel 2010 a più di 725.000 nel 2019, e i rapporti indicano che l'Ue è «diventata - si spiega - il più grande ospite di materiale di abuso sessuale infantile nel mondo (da più della metà nel 2016 a più di due terzi nel 2019). Un aumento altrettanto drammatico si è verificato a livello globale: da un milione di segnalazioni per abusi sessuali online nel 2010 a quasi 17 milioni nel 2019, che includevano quasi 70 milioni di immagini e video». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA