CORONAVIRUS

La scuola (online) è quasi finita: cari genitori quest'anno il regalo lo meritate voi

Venerdì 29 Maggio 2020 di Veronica Cursi

Il countdown è iniziato. Tra meno di 10 giorni  -  l’8 giugno in molti istituti del Lazio - finirà la scuola (online) e per una volta a festeggiare non saranno tanto gli studenti, quanto i loro genitori. Basta con lezioni a distanza e link che non funzionano: l’incubo sta per finire. Nulla togliere alle maestre e al loro faticoso lavoro, ma quest’anno il premio “miglior insegnante” va senza dubbio a mamme e papà. Fosse solo per la pazienza enorme di stare chiusi in casa con pargoli scatenati che hanno la concentrazione di 0,5 secondi, e magari dover pure lavorare in smart working. Rimettersi a studiare frazioni, egizi, analisi grammaticale mentre bisogna chiudere un progetto, il capo è in videochiamata e il bambino ripete continuamente: «Quanto manca?». Roba che quando la maestra chiede perché Paolino a 4 anni non partecipa attivamente ai disegni collettivi online, ti viene voglia di confessarle che per sopravvivere Paolino è ipnotizzato davanti alla tv da circa due ore.

Scuola, in classe a settembre ma licei online: lezioni di 30 minuti e ingressi scaglionati

Dunque cari genitori trasformati in questi ultimi mesi anche in maestri senza contratto quando la campanella suonerà per l’ultima volta uscite in strada, tiratevi i gavettoni, fatevi un regalo. Perché mai come quest’anno ve lo siete meritato davvero.
 

 

Ultimo aggiornamento: 14:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani