ROMA

Torbella riabbraccia Yuri: applausi in piazza per l'agente accoltellato

Domenica 21 Luglio 2019
Torbella riabbraccia Yuri: applausi in piazza per l'agente accoltellato

IL PERSONAGGIO
«Tornerò a Tor Bella Monaca». Aveva detto Yuri Sannino, dopo essere stato ferito il 28 giugno scorso mentre era in servizio in via dei Cochi, a Tor Bella Monaca. E così è stato. A distanza di tre settimane, venerdì sera, è tornato in quello stesso luogo. E lo ha fatto durante la commemorazione del ventisettesimo anniversario della strage di via D’Amelio la rassegna «R-Estate a Tor Bella- Notti di Cinema» che si è svolta per tre giorni in una piazza di spaccio del quartiere, c’era anche lui. Accolto da applausi e tanta solidarietà Yuri è tornato proprio a pochi metri dalla via dell’arena dove il mese scorso era intervenuto con un collega per fermare un uomo, Pietro Maruca (che lo ha poi accoltellato) che aveva appena appiccato un incendio nella tabaccheria dove lavorava la moglie in via dei Cochi. E così ieri l’agente Sannino ancora in convalescenza ha ricevuto «tanto affetto».
LA RASSEGNA
La rassegna cinematografica promossa dall’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione, da Libera, Alice nella Città-sezione della Festa del Cinema e dall’associazione Tor Più Bella ha visto la partecipazione di tantissimi cittadini del quartiere che con la loro presenza hanno testimoniato la volontà di una resistenza civile al degrado e alla presenza di gruppi appartenenti alla criminalità organizzata. «Abbiamo dimostrato in queste serate che con l’arte, la cultura e la bellezza possiamo combattere i clan che gestiscono lo spaccio e riprenderci le nostre piazze - dichiara Gianpiero Cioffredi, presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza della Regione - Una scommessa vinta insieme ai tanti cittadini». «Ringraziamo l’Arma dei carabinieri e la polizia per il loro lavoro quotidiano. Lo schermo cinematografico - prosegue Cioffredi - lo abbiamo montato nei giardini di via Giovanni Castano a pochi metri da via dei Cochi dove il mese scorso è stato accoltellato l’agente Sannino e ci siamo tutti commossi quando dal pubblico è partito un corale, grande e lungo applauso nel momento in cui al termine della manifestazione abbiamo espresso solidarietà al giovane poliziotto ferito. Non potevamo terminare meglio di così questa rassegna cinematografica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma