ROMA

Roma, tenta di soffocare la moglie: il figlio interviene e accoltella il padre

Domenica 15 Settembre 2019
1

La scorsa notte, una richiesta d’aiuto è arrivata al 112. Quando i carabinieri della Compagnia di Frascati sono arrivati sul posto hanno arrestato un uomo di 48 anni, cittadino filippino, per lesioni personali aggravate, e hanno denunciato per lo stesso reato il figlio 20enne. I militari, su segnalazione dei medici dell’Ospedale San Sebastiano Martire di Frascati, sono arrivati al pronto soccorso, dove poco prima era stato ricoverato un uomo con alcune ferite d’arma da taglio. I dottori avevano riscontrato e medicato una duplice ferita lacero contusa alla spalla sinistra e una al dito della mano, giudicate guaribili in 10 giorni.

La successiva attività investigativa ha permesso di accertare che l’aggressione nei confronti dell’uomo era avvenuta alle 22.30 circa, all’interno delle mura domestiche. L’uomo è stato ferito dal figlio 20enne, che era intervenuto per difendere la madre. Il 48enne infatti stava picchiando la moglie, connazionale di 43 anni, dopo l’ennesima lite, cercando di soffocarla e di colpirla con una doccetta per l’irrigazione che aveva trovato in giardino, scaraventandola a terra. Il figlio, sentite le urla della madre, è intervenuto per difenderla ma non riuscendo a far desistere il padre dall’aggressione lo ha ferito con un coltello, preso in cucina.

Anche la donna è stata medicata presso lo stesso ospedale. I medici le hanno riscontrato un trauma cranico con contusioni ed escoriazioni multiple e segni al collo per un tentativo di soffocamento, dimessa con 7 giorni di prognosi. Portati in caserma, al termine dell’attività il 48enne è stato arrestato e trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo mentre, il figlio è stato denunciato a piede libero per lo stesso reato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA