Roma, rom in azione nel quartiere Trieste: avevano kit da scasso, cacciaviti e lastre per rubare nelle case

Sabato 9 Novembre 2019
9

È stato un ispettore di polizia libero dal servizio ad insospettirsi di quelle due ragazze rom aggirarsi con fare sospetto lungo le strade che si intersecano Corso Trieste. Lanciato l'allarme al 112 Nue, il poliziotto ha iniziato a seguirle e, intuito che stavano per mettere a segno un colpo, con l'ausilio degli agenti di una pattuglia della Polizia di Stato arrivata sul posto, ha bloccato le due ladre.

Roma, a ruba le ruote delle Smart, dai Parioli al Fleming: ladri scatenati

Una diciottenne, la complice quindicenne avevano con loro, nascoste sotto il cappotto in una sacca, tutto il necessario per svaligiare case e negozi: due grossi cacciaviti, di una chiave inglese e di due paia di forbici celate tra gli indumenti che indossavano. Inoltre, nascosta sotto i pantaloni stretti, anche una lastra di plastica, usata generalmente per aprire le porte degli appartamenti. Accompagnate in ufficio dai poliziotti del commissariato Vescovio, diretti da Mario Spaziani, per una delle due, maggiore degli anni 18 e con diversi pregiudizi di polizia a carico, è scattata la denuncia per possesso di arnesi atti allo scasso, mentre la più piccola, è stata riaffidata ai genitori.

Ultimo aggiornamento: 20:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma