ROMA

Madame furto scarcerata: aspetta il tredicesimo figlio. Deve ancora scontare 30 anni

Sabato 20 Giugno 2020 di Adelaide Pierucci
Madame furto in azione vicino alle biglietteria nella stazione

Ventiquattr'ore dietro le sbarre e poi, di nuovo, la liberazione. La chiamano Madame furto, è specializzata in borseggi che, con una velocità fulminea, porta a compimento anche da incinta. Più dodici volte in stato di gravidanza e un tredicesimo figlio arrivo. Madonna H., rom bosniaca di 33 anni, tra furti e borseggi, si è ritrovata sulle spalle un cumulo di pene per oltre trent'anni, che la giustizia per ora non riesce a farle scontare. Ogni volta che il giudice di esecuzione le presenta il conto lei certifica lo stato di gravidanza e la reclusione salta. L'ultima volta in questi giorni.

Roma, Madame furto arrestata: sorpresa a borseggiare una turista in metro, finge di essere (ancora) incinta
Roma, la gravidanza non salva le rom: «In carcere le borseggiatrici»
Roma, “madame furto” colpisce ancora e ruba a una disabile: deve scontare 25 anni ma è sempre incinta

Dalla procura di Milano martedì è arrivato un mandato di cattura per l'esecuzione delle pene accumulate per un totale di 31 anni, 6 mesi e 10 giorni di carcere. L'indomani la donna si costituisce ai carabinieri di Torvaianica che poi la condurranno a Rebibbia. Giovedì salta fuori davanti al magistrato di sorveglianza la certificazione medica che attestava la tredicesima gravidanza, tra l'altro evidente, essendo al quinto mese. E così, al giudice non è rimasto che disporre l'immediata liberazione. «Considerato che» si legge nell'ordine di scarcerazione, «vi è fondato motivo di ritenere che sussistano i presupposti del rinvio obbligatorio dell'esecuzione della pena attesa la condizione della gravidanza, e che anche l'eventuale imposizione di una detenzione domiciliare risulta impraticabile (la donna risulta abitare in un camper, ndr), si ordina l'immediata liberazione del detenuto». La maxi-condanna da scontare così è saltata di nuovo. «Il nostro codice - avverte il difensore, l'avvocato Luca Guerra - prevede giustamente il differimento obbligatorio nel caso la detenuta sia incinta o abbia un bimbo fino ad un anno di età. E la scelta della mia assistita di avere molti figli non è un escamotage per non affrontare la pena definitiva, ma una scelta comune a molte famiglie della sua etnia».

Dall'età di 14 anni in poi a Madonna H. non è bastato fornire generalità diverse per tentare di evitare manette e processi. E' stata arrestata più di venti volte tra Roma e Milano, accumulando appunto una pena definitiva di oltre 31 anni. Mamma furto, è nota da tempo alle cronache e ha anche avuto un momento di notorietà: la rom, infatti, è apparsa in un servizio de Le Iene sulle borseggiatrici a Venezia. Col pancione aveva preso a calci la troupe.

leggi anche Roma, Madame furto arrestata: sorpresa a borseggiare una turista in metro, finge di essere (ancora) incinta

© RIPRODUZIONE RISERVATA