Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, “madame furto” colpisce ancora e ruba a una disabile: deve scontare 25 anni ma è sempre incinta

Roma, “madame furto” colpisce ancora e ruba a una disabile: deve scontare 25 anni ma è sempre incinta
2 Minuti di Lettura
Martedì 18 Giugno 2019, 12:27 - Ultimo aggiornamento: 12:31

Deve scontare 25 anni di carcere ma, in gravidanza, era uscita dal carcere anche questa volta. Solo che “madame furto” è stata nuovamente arrestata e sempre per borseggio. Il 30 maggio era stata accompagnata dai Carabinieri nel carcere di Rebibbia, ma poi la donna ha ottenuto il beneficio del differimento pena, per scontare la condanna dopo il parto. Approfittando della sua libertà, la donna si è rimessa all'opera con tre complici, e fermata dai militari di via Veneto. I miliari in servizio in abiti civili, dopo aver riconosciuto la borseggiatrice, 33enne di origini bosniache, già madre di 10 figli, in compagnia di tre “colleghe”, di 36, 22 e 14 anni, hanno seguito i loro spostamenti alla fermata metro Flaminio. Le quattro hanno preso di mira una turista 86enne del Perù, disabile in sedia a rotelle, rubandole il borsello con il denaro, approfittando della calca e dopo averla accerchiata.
 



I Carabinieri le hanno bloccate recuperando la refurtiva. In attesa delle autoradio per portarle in caserma, importante è stata la collaborazione dei militari dell’Esercito, in servizio nell’operazione “strade sicure”. Dopo l’arresto, madame furto e le altre due maggiorenni sono state sottoposte al rito direttissimo, nel corso del quale il giudice ha convalidato l’arresto e ne ha disposto l’accompagnamento presso il carcere di Rebibbia femminile. La 14enne si trova invece al Centro Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA