Morlupo, una femmina di cinghiale si intrufola nel cortile di un condominio e partorisce cinque cuccioli

La femmina di Chinghiale nelle campagne di Morlupo
di Fabio Marricchi
3 Minuti di Lettura
Martedì 16 Marzo 2021, 12:59

Si era costruita un “nido” fatto di sterpi, foglie secche, pezzi di plastica presi nell’immondizia lì intorno. Aveva scelto il posto più favorevole, dove batte sempre il sole, per mettere al mondo i suoi cinque bellissimi cuccioli. Mamma cinghiale ha scelto il cortile di un condominio di Morlupo per partorire. Le auto parcheggiate ferme da giorni erano per lei una barriera di protezione, il condominio per l’animale era un posto come un altro che le dava sicurezza. 

A lanciare l’allarme è stato proprio un abitante dello stabile di via San Michele, una strada di Morlupo nei pressi della stazione ferroviaria. La cinghialessa aveva iniziato il parto domenica sera. E ieri mattina è partita la task force per mettere in sicurezza la zona. Le femmine di cinghiale sono pericolosissime quando hanno i cuccioli: possono attaccare l’uomo. A intervenire carabinieri forestali, quelli della stazione di Castelnuovo di Porto, i vigili urbani di Morlupo e il naturalista Andrea Lunerti, particolarmente esperto in salvataggio di animali selvatici. «Un fatto veramente singolare - ha raccontato - non mi era mai capitato. Evidentemente per l’animale era arrivato il momento e ha cercato il posto che per lei era il più adatto».

Roma, strade invase dai cinghiali: limite a 40 chilometri orari


L’azione delle forze dell’ordine è stata coordinata con l’obiettivo da un lato di consentire all’animale di allattare i piccoli, dall’altro evitare incidenti a protezione dei condomini. Sono state tolte le auto parcheggiate e mamma cinghiale, spaventata, si è messa in posizione di attacco, per fortuna non portandolo a termine, per difendere i piccoli. Il cortile sarà off limits, tutti gli accessi chiusi per motivi di sicurezza, per almeno cinque giorni. Il tempo per permettere ai cinghialetti, che quando nascono sono a strisce nere e marrone chiaro, di alzarsi e camminare per poter seguire la mamma, che probabilmente raggiungerà un luogo selvaggio nella vicina area protetta del Parco di Veio, per poter crescere la cucciolata e procurarsi il cibo. È stato il sindaco di Morlupo Ettore Iacomussi, su richiesta dei carabinieri, ad emettere l’ordinanza di sgombero del cortile condominiale. C’è stato qualche malumore, ma la maggior parte dei condomini ha accettato di buon grado il disagio di parcheggiare le auto fuori. L’ingresso alle abitazioni infatti è da tutt’altra parte. «Gli animali saranno monitorati fino a che non lasceranno il nido - ha detto ancora Andrea Lunerti – l’operazione coordinata, fino adesso è riuscita perfettamente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA