Roma, insulti e botte ai bimbi dell'asilo, 3 maestre arrestate, le minacce: «Mamma non ti riporta più a casa»

Tre maestre della Scuola Statale dell’Infanzia “Trilussa” di via Turati a Pomezia sono state arrestate con l'accusa di aver sottoposto alcuni bambini, di età compresa tra i 3 ed i 5 anni, a reiterati atti di violenza fisica, morale e psicologica, umiliandoli, con vessazioni e insulti di vario genere, di fronte all'intera classe. Tali condotte hanno inevitabilmente ingenerato negli alunni non direttamente coinvolti nei maltrattamenti, stati di ansia, di rabbia e di paura.

L'indagine, nata dalle denunce presentate da quattro giovani mamme che avevano notato comportamenti strani e violenti dei figli, i quali avevano manifestato loro il rifiuto di andare a scuola, è stata condotta dai Carabinieri della stazione di Pomezia con l'ausilio di attività tecniche di intercettazione ambientale e telecamere installate all'interno del plesso scolastico. Esse hanno consentito di accertare diverse condotte vessatorie nei confronti dei bambini più vivaci, che venivano ripresi e strattonati con forza dalle maestre e subivano insulti quali «il brutto», «il cattivo».

LEGGI ANCHE: Botte e urla feroci contro i bambini: il video che incastra le maestre violente

Le intercettazioni hanno svelato che le maestre minacciavano i bambini dicendo loro che i genitori non li avrebbero più ripresi per portarli a casa e li avrebbero lasciati a scuola. Altri bimbi risultano dalle immagini essere stati strattonati per le braccia e per il grembiule e uno di loro tirato per i capelli. Altri ancora venivano costretti a mettersi in ginocchio in un angolo della classe o a sedersi su una sedia, isolandoli dal gruppo. Le tre maestre sono state sottoposte a procedimento penale per il reato di maltrattamenti in considerazione dei metodi educativi utilizzati, non solo inadeguati, ma decisamente lesivi della sfera psico-fisica dei piccoli alunni. Le arrestate sono state poste ai arresti domiciliari e saranno nei prossimi giorni interrogate dal Gip.
Lunedì 12 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 30 commenti presenti
2018-03-13 07:42:09
È ora di mettere le telecamere nelle scuole Ormai sono troppi i casi di maltrattamenti nelle scuole e nelle case di riposo .pene severissime per questi capo' aguzzini
2018-03-12 18:50:27
Forse ci sono casi veramente da galera, ma tante volte si tratta solo di riportare un po' di ordine nelle classi, sia pure con qualche sgridata ... Mah! Anch'io ricordo le bacchettate da bambino, se non sapevo la lezione del giorno... Poi, a casa, dopo quelle del maestro, buscavo pure due ceffoni da mia madre, perché non avevo fatto il mio dovere... Altri tempi diremmo oggi, altri metodi di educazione, forse... Ma son serviti a darmi una impostazione di correttezza di comportamento nella vita ed ho potuto servire con onore il Paese per quasi 40anni, senza macchia !
2018-03-12 19:23:02
E' per questo che oggi scrivi tali idiozie...
2018-03-12 19:26:04
I bambini vanno compresi, aiutati con pazienza, amore e dolcezza, e non deve MAI essere usata violenza, MAI! Se una maestra non e' idonea e capace a gestire una classe di bambini che giocano e strillano, che faccia lì allevatrice di pecore o maiali.
2018-03-12 17:40:54
il mio maestro alle elementari mi bacchettata sulle mani e i miei genitori erano contenti. e non sono morto. genitori sotto shock... ma fatemi il piacere..........!
30
  • 11,8 mila
QUICKMAP