Capodanno a Roma: boom di italiani. Pieno di turisti nonostante crisi e terrorismo

Capodanno a Roma: boom di italiani. Pieno di turisti nonostante crisi e terrorismo
di Chiara Rai
3 Minuti di Lettura
Venerdì 30 Dicembre 2016, 19:21

Boom di italiani e turisti a Roma a partire da domani e per i prossimi quattro giorni: in queste ore è corsa alle prenotazioni per il week end di Capodanno negli alberghi a cinque stelle e ristoranti a via Veneto, piazza di Spagna e dintorni. La Capitale sarà anche blindata ma l’allerta terrorismo e la crisi non frenano la voglia di festeggiare il nuovo anno tant'è che almeno tre locali su due, a Roma centro, hanno quasi registrato un tutto esaurito. 

E i prezzi dei cenoni di San Silvestro sono anche più accessibili rispetto al 2015 se si pensa che per una cena esclusiva si arriva a pagare dai 350 agli 800 euro a persona mentre lo scorso anno si sono tranquillamente raggiunte le cifre a tre zeri, bevande escluse.

Moderatamente soddisfatto il presidente Fiepet Confesercenti Pietro Lepore: “Nonostante Roma quest’anno sia senza illuminazioni ne eventi – dice - sia gli albergatori  che i ristoratori non possono lamentarsi nonostante il lieve calo del 4% per cento sulle prenotazioni rispetto lo scorso anno. Il trend può considerarsi ancora positivo soprattutto grazie alla politica di aver ridotto i prezzi dei cenoni di almeno il 20 per cento rispetto al 2015”. Lepore evidenzia come quest’anno gli italiani siano tornati protagonisti nella via della Dolce vita, quasi fosse un buon augurio al ritorno degli anni d’oro di Fellini e Anita Ekberg.

Secondo i dati di Federalberghi Roma, il 2016 si chiuderà con una percentuale di flussi turistici in entrata tra l’1,5 e l’1,8 in più rispetto al 2015, numeri però in calo se paragonati alla crescita del 4 cento registrata un anno fa rispetto al 2014. Il presidente Giuseppe Roscioli si è comunque detto ottimista rispetto il 2017, un augurio, per lo meno, che arriva dopo un anno giubilare che al livello di cifre però non ha portato i risultati sperati per il comparto turistico alberghiero. Ciò, perlopiù, a causa di un cocktail di fattori tra i quali la minaccia terroristica e il dilagare dell’abusivismo ricettivo.

Quali sono le cifre che girano per la cene di Capodanno? In cima a via Veneto di fronte lo storico Harry’s Bar, il The Cabiria Restaurant e lounge bar propone una cena a 80 euro a persona con sconti per i bambini.
Discorso diverso invece se si vuole godere della vista mozzafiato del rooftop terrace del Grand Hotel Flora dove il prezzo medio della cena di Capodanno si aggira intorno ai 200 euro bevande incluse sempre con sconti per bambini del 50 per cento.
In cima a trinità dei Monti il prestigioso Hotel Hassler offre pacchetti da sogno. Ad esempio per  tre notti in una camera deluxe o gran deluxe, una bottiglia di champagne in camera all’arrivo, un the pomeridiano e il cenone di Capodanno al ristorante panoramico Imàgo va dai 3.388 ai 3.718 euro ma questo è davvero il top.
Si aggirano dai 40 ai 90 euro i costi dello storico Piper di via Tagliamento, discoteca che da 52 anni regala serate e feste indimenticabili. Una delle poche dove c’è la possibilità di usufruire di un trattamento No Limits. Tra le varie c’è Open Bar più Open Beer e non manca un assaggio di lenticchie e cotechino.

Insomma i prezzi più moderati hanno comunque invogliato i romani a tornare a vivere la città eterna. E come ogni anno ci si ritroverà tutti a fare il conto alla rovescia e brindare in compagnia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA