Turismo e Cultura: quattro itinerari che hanno sorpreso i visitatori

Turismo e Cultura: quattro itinerari che hanno sorpreso i visitatori
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Ottobre 2021, 14:51

RIETI - Hanno riscosso molto apprezzamento i quattro itinerari proposti dalla Camera di Commercio di Rieti Viterbo nell’ambito dei progetti “Turismo e Cultura” e “Punto Impresa Digitale” per valorizzare il turismo lento con particolare attenzione al territorio reatino.

Le iniziative, realizzate in collaborazione con l’Azienda Speciale Centro Italia Rieti, si sono svolte lungo il mese di ottobre ed hanno lanciato quattro proposte turistiche che hanno coinvolto turisti, giornalisti e blogger portando i camminatori alla scoperta di altrettante aree della provincia di Rieti. Iniziative che hanno ottenuto un grande effetto di promozione turistica testimoniato non solo dai questionari di soddisfazione somministrati ai partecipanti, ma dagli oltre cento articoli, post social e servizi radiofonici e televisivi generati dal coinvolgimento della stampa nazionale e di settore.

A colpire i visitatori i meravigliosi paesaggi naturalistici delle Gole del Farfa, in Sabina, e lungo il Cammino dei Briganti, nel Cicolano, due aree agli antipodi della provincia reatina e particolarmente suggestive per i maestosi scenari montani, boschivi e fluviali. A coinvolgere i partecipanti anche le suggestioni offerte dalla visita ai santuari francescani del Cammino di Francesco, come quello de La Foresta, aree che furono abitate dal Santo Patrono d’Italia, senza dimenticare la narrazione, resa ancora più coinvolgente grazie ad un’esperienza di realtà immersiva, degli aspetti storici e culturali del capoluogo reatino illustrati durante il trekking urbano riservato a giornalisti e blogger. Il tutto arricchito da degustazioni di prodotti tipici locali.

Proposte turistiche che possono avere un particolare appeal anche in relazione alle nuove esigenze dei visitatori, che cercano sempre più mete insolite, immerse nella natura, in grado di garantire il distanziamento in sicurezza, con luoghi di interesse culturale e artistico fruibili attraverso forme di turismo lento, in cui apprezzare appieno paesaggi, piccoli borghi e prelibatezze enogastronomiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA