Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Boxe, Clemente Russo a Rieti:
con la palestra Kodokan per
raccogliere fondi per Amatrice

Clemente Russo con i ragazzi della Kodokan (Foto Diociaiuti)
di Christian Diociaiuti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Febbraio 2017, 19:33

RIETI - Un bel pugno al terremoto, un gancio fatto di sport e solidarietà. Lo ha dato il pugile azzurro Clemente Russo, questo pomeriggio a Rieti per dimostrare la sua vicinanza ai territori colpiti dal sisma. Una visita collegata all'iniziativa ideata dalla palestra Kodokan di Manolo Brandi, che ha ospitato il due volte argento olimpico di Marcianise: le nove medaglie vinte ai mondiali di Francoforte dai ragazzi della Kodokan a settembre, andranno all'asta nel mese di aprile per consegnare fondi al sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, e sostenere le famiglie colpite dal sisma.

SUL TATAMI
"Avete fatto un bellissimo gesto donando le vostre medaglie - ha detto Clemente Russo agli atleti schierati sul tatami della Kodokan, dopo aver chiesto a Brandi se la palestra di via Moisè di Gaio avesse avuto danni con le scosse - sono stato invitato da Manolo e ho anche portato la borsa, ma ho la febbre da oggi e non posso allenarmi. Non mancherà occasione per divertirsi insieme". Le medaglie donate dai combattenti reatini sono state consegnate all'avvocato Antonio Perelli, che si occuperà di organizzare l'asta intorno ad aprile.

"PARTECIPATE ALL'ASTA"
"Con Manolo - ha detto ancora Russo, in contatto con Brandi dallo scorso anno,durante la sua partecipazione al Grande Fratello Vip - ci siamo conosciuti in un periodo brutto della mia vita. Io ho promesso che nel 2017 avremmo fatto qualcosa per questa terra colpita dal sisma. Sono stato già vicino ad Amatrice con la beneficenza personale - ha spiegato Russo, pronto anche a partecipare all'asta di aprile - ed oggi era doveroso venire ad invogliare le persone a partecipare all'asta. Iniziativa, quella delle medaglie, dai due volti benefici: i ragazzi l'hanno vinta e la mettono a disposizione della gente; per chi la prenderà all'asta sarà bello averla, non è una cosa che si tocca tutti i giorni. Rieti? La prima volta per me qui, ci sono stato di passaggio andandomi ad allenare ad Assisi con la Nazionale. Stasera ho conosciuto tanta bella gente".

VERSO TOKIO 2020
Russo, personaggio dello sport e della tv, ha 35 anni e non ha certo voglia di smettere: "Insegno ai giovani nel mio tempo libero e sono stato sempre un allenatore in campo. Se ho deciso di continuare - spiega Russo - è proprio per i giovani. La boxe a me ha insegnato tanto e fatto girare il mondo. Obiettivi? Quello a lungo termine è Tokio 2020, ma lì avrò 38 anni e sarà difficile. Quindi adesso per me sono in programma brevi periodi di allenamento, pensando anno per anno. Ora c'è la WSB, campionato a squadre e speriamo di andare in fondo".
BRANDI E LA KODOKAN
"A Clemente chiesi di venirci a trovare quando partecipava al Grande Fratello Vip - ha spiegato il numero uno della Kodokan ,Manolo Brandi, che oltre ad essere Maestro di arti marziali svolge servizio di bodyguard nella casa più spiata d'Italia - sfrutteremo la sua disponibilità per mettere all'asta le medaglie di Francoforte. Siano cinque euro o duecento quelli che raccoglieremo, comunque aiuteremo Amatrice. In palestra abbiamo dei ragazzi che hanno dei parenti ad Amatrice e durante i Mondiali non è stato facile".

© RIPRODUZIONE RISERVATA