Terremoto Nuova Zelanda di 8.1: revocata l'allerta tsunami. Il governo: «Rimanete lontani dalle spiagge»

Terremoto Nuova Zelanda di 8.1: revocata l'allerta tsunami. Il governo: «Rimanete lontani dalle spiagge»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Marzo 2021, 15:39 - Ultimo aggiornamento: 5 Marzo, 07:22

Nuova Zelanda devastata dai terremoti. Un sisma di magnitudo 8.1 è stato registrato dall'Usgs statunitense al largo della Nuova Zelanda, a una profondità di 10 km. Si tratta di una località remota a 960 km da Tonga. Stamani un'altra forte scossa, di magnitudo 6.9, era stata registrata sempre al largo della Nuova Zelanda, a 180 chilometri a nord-est della città di Gisborne, facendo scattare un allarme tsunami. Il centro del Pacifico ha diramato una nuova allerta, stimando la possibilità che onde anomale fino a un metro possano raggiungere le coste. L'epicentro del sisma, di magnitudo 6.9 (7.2 secondo alcune rilevazioni) è stato a 180 chilometri a nord-est della città di Gisborne alle 2.27 locali del mattino, a una profondità di 10 chilometri. Scene di panico nell'area con migliaia di persone che hanno lasciato ka costa per rifugiarsi in zone più interne. Il sisma di 8.1 è stato avvertito sino a Christchurch, a quasi 1000 km di distanza nel sud del paese.

 

Terremoto Grecia di 6.3, migliaia in strada: «Persone sotto le macerie». Scossa sentita anche in Puglia

 

Revocata l'allerta tsunami in tutto il Pacifico

Le autorità neozelandesi hanno revocato l'allarme tsunami per gran parte della regione del Pacifico emesso dopo le tre fortissime scosse di terremoto (di magnitudo 7.1, 7.4 e 8.1) registrate nelle scorse ore non lontano dalle coste del Paese.

Centinaia in fuga dalle zone costiere

Il governo ha disposto il ritorno nelle proprie abitazioni di migliaia di cittadini che erano stati obbligati ad evacuare perché in zone considerate ad alto rischio. «Il consiglio resta quello di rimanere lontani da spiagge e zone costiere», ha dichiarato l'Autorità di emergenza nazionale, evidenziando la possibilità di onde anomale. L'allarme tsunami era stato emesso per gran parte del Pacifico, comprese le coste di Samoa, Isole Cook, Fiji, Nuova Caledonia, Isole Salomone e Tonga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA