Alla Rems di Rieti al via un progetto laboratoriale di teatro integrato per pazienti fragili, attività dedicate alla psicomotricità

Alla Rems di Rieti al via un progetto laboratoriale di teatro integrato per pazienti fragili, attività dedicate alla psicomotricità
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Gennaio 2022, 12:47 - Ultimo aggiornamento: 12:50

RIETI - La Asl di Rieti, dal prossimo 26 gennaio avvierà, presso la Rems (Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza) di Rieti, un progetto che ha l’obiettivo di favorire la partecipazione ai processi sociali e culturali dei pazienti ricoverati con fragilità, attraverso un’attività sotto forma di laboratorio di teatro integrato. Si tratta di un’esperienza espressivo-artistica che coinvolge in maniera armonica i pazienti ricoverati e i professionisti che operano all’interno della struttura. 

Le attività si svolgeranno tutti i lunedì dalle 15:30 alle 17:00 e vedranno coinvolti operatori arte-studio, operatori della REMS e pazienti.  

Il progetto si inserisce in una più ampia offerta di integrazione e partecipazione ai processi sociali e culturali che l’Azienda Sanitaria Locale di Rieti ha predisposto per i pazienti della struttura e che vede lo svolgimento di attività dedicate alla psicomotricità, in collaborazione con il Coni e all’attività di formazione scolastica, finalizzate all’acquisizione di un diploma professionalizzante in collaborazione con l’Istituto Scolastico Celestino Rosatelli di Rieti, effettuate in Dad.  

La Asl di Rieti ha avviato da ieri, 24 gennaio, presso la Rems (Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza) di Rieti, un progetto che ha l’obiettivo di favorire la partecipazione ai processi sociali e culturali dei pazienti ricoverati con fragilità, attraverso un’attività sotto forma di laboratorio di teatro integrato. Si tratta di un’esperienza espressivo-artistica che coinvolge in maniera armonica i pazienti ricoverati e i professionisti che operano all’interno della struttura. 

Le attività che verranno avviate a partire dal prossimo 24 gennaio si svolgeranno tutti i lunedì dalle 15:30 alle 17:00 e vedranno coinvolti operatori arte-studio, operatori della Rems e pazienti.  

Il progetto si inserisce in una più ampia offerta di integrazione e partecipazione ai processi sociali e culturali che l’Azienda Sanitaria Locale di Rieti ha predisposto per i pazienti della struttura e che vede lo svolgimento di attività dedicate alla psicomotricità, in collaborazione con il Coni e all’attività di formazione scolastica, finalizzate all’acquisizione di un diploma professionalizzante in collaborazione con l’Istituto Scolastico Celestino Rosatelli di Rieti, effettuate in Dad.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA