Rieti, presentato a Trevignano il libro dell'autore sabino Francesco Bonomo

Venerdì 10 Luglio 2020 di Samuele Annibaldi
RIETI - “Noi e il cielo racchiusi in un libro”. Sarà presentata oggi, 10 luglio, a Trevignano Romano, l’ultima fatica letteraria di Francesco Bonomo, autore di Poggio Mirteto, dedicata a Gisella, la veggente di Trevignano alla quale da quattro anni appare la Madonna. La presentazione del volume alle 17.30 sulla Collina delle apparizioni in via Campo delle Rose. Nel libro edito dalla casa editrice Segno, sono contenuti gli estratti dei messaggi di Gesù e Maria a Gisella nelle apparizioni.

La storia

Gisella è sposata e vive con suo marito Gianni Cardia, sardo di origine. Da 4 anni, la Madonna le appare e le apparizioni sono tuttora in corso. Alcune, quelle private, si tengono in casa, altre dal 2017 in una cappella con la recita del rosario, assieme ad un sacerdote.

Tutto ebbe inizio per questa coppia di sposi, Gisella e Gianni che vivono a Trevignano sul lago di Bracciano nel marzo del 2016, quando di ritorno da un viaggio spirituale a Medjugorje, avevano acquistato una statuina di 20 cm della Madonna.

La Chiesa, ad oggi non ha ancora riconosciuto le apparizioni.

A quel punto, appena tornati a casa, hanno visto che iniziava a lacrimare sangue. Da qui inizia tutta l’incredibile storia delle apparizioni a Trevignano. Ogni 3 del mese Gisella sostiene di avere in visione la Madonna, così come accaduto ai veggenti di Medjugorje. Le rivelazioni private della Vergine non avrebbero avuto interruzioni dal 2016. Naturalmente è una storia molto controversa quella di Gisella e delle apparizioni sulla quali sono parte indagini da parte della Chiesa che, come sempre avviene in questi casi è molto prudente e non ha ancora riconosciuto queste apparizioni.
 
Il libro e l’autore

Perché un libro su Gisella e le apparizioni?
«Il libro - spiega l’autore  Francesco Bonomo - si riferisce ai testi esclusivi dei messaggi pervenuti a Gisella dall’inizio al 31 dicembre 2019 senza nessun intervento di commento o modifica. Mi sono interessato studiando la vicenda che non si discosta dalla numerose apparizioni della Madonna seppur in maniera diversa da Fatima nel 1917 fino ai sei veggenti di Medjugorje del 1981 e altre storie mistiche  in Brasile, Argentina, Bolivia poi Ischia ed infine Gisella a Trevignano”.
 
Cosa dicono i messaggi?
«Generalmente i messaggi iniziano col ringraziamento ai presenti. Poi le esortazioni, le constatazioni, riflessioni, meditazioni osservazioni e molti ammonimenti inerenti lo stile di vita di ciascuno. Nella parte finale anche messaggi che annunciano calamità.   Il lavoro vuole approfondire il contenuto di ogni singolo messaggio riunendo le parti simile in altrettanti capitoli, 25 in tutto. Il primo capitolo è dedicato a Gisella e suo marito».
 
Come giudica il lavoro realizzato su una tematica come quella delle apparizioni, quantomeno particolare ?
«Si tratta di un sussidio. Un piccolo e modesto studio che non può e non vuole certamente sostituire l’entità e l’essenza del messaggio che viene accolto in ogni singola apparizione. Sarebbe bello oggi se anche dalla mia Poggio Mirteto e dalla Sabina venissero alla presentazione del libro che è sicuramente interessante e ricco di spunti, fede e riflessioni». © RIPRODUZIONE RISERVATA