Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Messa in sicurezza del territorio: il Comune di Rieti ottiene un altro finanziamento di quasi 1 milione e 300mila euro

Messa in sicurezza del territorio: il Comune di Rieti ottiene un altro finanziamento di quasi 1 milione e 300mila euro
2 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 16:24

RIETI - L’Amministrazione comunale di Rieti ha ottenuto due nuovi importanti contributi per la messa in sicurezza del territorio da parte del Governo, assegnati con decreto del 18 luglio scorso.

In particolare, si tratta di due finanziamenti di 645mila euro ognuno, il primo per l’area nord del territorio comunale il secondo per l’area sud, per un totale complessivo di 1 milione e 290mila euro per interventi di messa in sicurezza del territorio e delle infrastrutture ambientali e risorse idriche

«Proprio in queste settimane, sul delicato tema del dissesto idrogeologico, stiamo investendo importanti risorse che già avevamo in cassa e abbiamo approvato in Giunta ben tre delibere che daranno il via a numerosi lavori su varie frazioni e anche in Città per un volume complessivo di oltre 2milioni e 750mila euro – dichiarano il Sindaco di Rieti, Daniele Sinibaldi, l’assessore ai lavori pubblici Claudia Chiarinelli e l’assessore alle frazioni Fabio Nobili – Ora otteniamo questo nuovo e corposo finanziamento che ci permetterà di intervenire in altre situazioni che lo richiedono e che porta a oltre 4 milioni di euro le risorse che saranno riversate complessivamente sul tema del dissesto idrogeologico. Ringraziamo gli uffici per il lavoro compiuto e per quello che già stanno mettendo in campo al fine di arrivare in fretta ai progetti e dare quindi inizio a nuovi lavori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA