Rieti, atti vandalici: il Comune di Casperia chiede finanziamento per installare videosorveglianza

Giovedì 22 Ottobre 2020 di Sara Pandolfi

RIETI - Quarantacinque mila euro per l'installazione di un impianto di telecamere di videosorveglianza. È la richiesta di finanziamento che il comune di Casperia ha inviato al Ministero dell'Interno. Sì perché se è vero come è vero che il piccolo borgo della Sabina è stato più volte elogiato per il "ben vivere" che lo caratterizza e la sua bellezza, tanto da essere stato scelto più volte come set cinematografico e location di alcune famose pubblicità, c'è un aspetto che stride con questa immagine idilliaca che è il verificarsi di atti vandalici alcuni dei quali anche violenti.

Ed è lo stesso primo cittadino Marco Cossu, che non molto tempo fa si era scagliato contro chi aveva abbandonato mucchi di rifiuti proprio davanti ad uno stabile di proprietà del Comune, che conferma di ricevere non di rado segnalazione di questi gesti.

«Casperia - dice il sindaco - ha dei punti di interesse che richiedono un controllo costante: la scuola, il parcheggio, gli ingressi al centro storico. Inoltre negli ultimi anni sono aumentati gli atti vandalici che purtroppo non sempre vengono denunciati da chi li subisce. Questo rende più difficile il lavoro dei carabinieri e della polizia locale. La videosorveglianza sarebbe un deterrente per i malintenzionati e un valido strumento per le indagini».

Poi l'invito ai suoi concittadini: denunciare perché, come sottolinea sempre Cossu, la segnalazione al sindaco non ha alcun valore legale e il reato, in assenza di denuncia, non può essere né perseguito né punito. Il tutto, spesso, a danno di beni di tutta la comunità.

Ultimo aggiornamento: 17:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA