Rieti, arrivano le note "virtuose
ed eccentriche" di Andrea Ra

Giovedì 12 Maggio 2016 di Giacomo Cavoli
Andrea Ra

RIETI - Chiude in bellezza il Friday Night Live del Be’er Sheva. E' l'ultima notte della stagione, per l'appuntamento live del venerdì sera a via dei Pozzi: un inverno ricco di eventi, iniziato lo scorso autunno con Francesco Tricarico e proseguito con Gnut, Piergiorgio Faraglia, Alepà, Cassandra Raffaele, Simone Scifoni e Dean Bowman, insieme allo strepitoso successo di Claudio Santamaria e della sua band.
 

L'ultima notte al Be'er Sheva, venerdì a partire dalle 22.30, ospita Andrea Ra, cantante e bassista: eccentrico e virtuoso, compare nel panorama musicale nell'ormai lontano 1987, parte di diversi gruppi fino ad arrivare a venticinque anni, nel 1997, ad intraprendere la carriera solista. Nel 2001 firma con la Mescal/Sony (stessa etichetta, all'epoca, di Subsonica, Afterhours e Bluvertigo) e nel 2002 pubblica “Scaccomatto”, del quale Andrea Ra è produttore artistico ed arrangiatore: nel 2003, sua è la collaborazione con i Ratti della Sabina per il brano “Lo scemo del villaggio” (contenuto nell’album Circobirò), mentre nel 2004 sono artisti come Simone Cristicchi e The Niro ad aprire i suoi concerti.

Nel 2007 pubblica “Le bighe sono pronte” e, nel 2011, “Nessun Riferimento”. Ha condiviso il palco con le più importanti voci italiane degli ultimi quindici anni come Planet Funk, Bluvertigo, Le Vibrazioni, Antonella Ruggero, Caparezza, Morgan, Roberto Angelini e Verdena; attualmente, è in tour con Fabrizio Moro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il basket in carrozzina rende giovani e tenaci

di Mimmo Ferretti