Rieti, Zeus tris Cattani festeggia:
«E sono 3, guardiamo avanti».
Foto. Nel prepartita fischi a Zucca.
Ricordato Federico Carucci

Domenica 19 Gennaio 2020 di Emanuele Laurenzi
Esultanza a fine gara (foto Riccardo Fabi/Meloccaro)

RIETI - «E sono tre». Festeggia con questa frase il terzo successo di fila e se lo gode abbracciando tutto il suo staff. Il presidente Giuseppe Cattani vede la sua Zeus volare. «Questo era un poker di partite difficilissime, ne abbiamo vinte tre nonostante i problemi che abbiamo avuto. Complimenti a tutto lo staff».
 

 

Un riferimento velato al caso Zucca, con il giocatore fischiato dal pubblico prima della partita. Gli ultras della Terminillo non lo hanno risparmiato, ma la presentazione delle squadre è stata segnata anche dal commosso ricordo a Federico Carucci.

Il presidente si concentra più sulla partita e sulla squadra: «Complimenti a Bergamo, che è penalizzata dalla classifica, ma ha dimostrato di essere ancora viva. Ora guardiamo avanti, alle prossime due trasferte: vincerne almeno una sarebbe il massimo». Il presidente ha elogiato anche i suoi giocatori, con qualche riferimento particolare: «Raffa è stato un inserimento positivo, ha cambiato il trend della nostra squadra. Su Cannon che devo dire? E’ unico, un leader silenzios, ma stasera anche Vildera ha fatto una partita fenomenale. Grazie al pubblico che ci ha spinto, tenendo questa media possiamo sognare».

Soddisfatto anche il coach Alessandro Rossi, che ha commentato: «Il pubblico oggi ha fatto una parte importante e non ci ha abbandonato mai. Tre mesi fa questa gara l’avremmo persa, abbiamo imparato a soffrire e abbiamo tenuto le gambe in difesa. Certamente non abbiamo fatto una partita attenta e disciplinata, perché abbiamo perso un po’ troppo presto i punti di riferimento sul campo, anche per merito di un avversario che ha fatto una grandissima partita. Ora torniamo in palestra, pensando alla prossima gara che per noi rappresenta un altro test importante dopo la sconfitta all’andata. Questo campionato è impronosticabile, andiamo avanti giorno dopo giorno e riprendiamo i nostri standard di allenamento perché oggi abbiamo sentito la mancanza dei nostri punti di riferimento».

Il tecnico ha commentato positivamente anche l’inserimento di Raffa, spiegando che ancora non ha in pieno il ritmo partita nelle gambe e che avrà bisogno ancora di un paio di settimane. Anche lui non si è soffermato troppo sul caso Zucca, limitandosi a dire che il mancato utilizzo è stata una scelta tecnica.

Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio, 09:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma