Il premier cita Dostoevskij: «Noi populisti? Ascoltiamo la gente»

Da Puskin a Dostoevskij a Jonas. Sono tante le citazione del premier Giuseppe Conte al suo discorso di insediamento al Senato per ottenere la fiducia al governo giallo-verde. Si comincia con i due scrittori e drammaturghi russi quando il neo presidente del Consiglio parla di «vecchie e nuove categorie politiche»: «Se populismo è l'attitudine della classe dirigente ad ascoltare i bisogni della gente, prendo spunto da riflessioni di Dostoevskij tratte dalle pagine di Puskin, se antisistema significa mirare a introdurre un nuovo sistema , che rimuova vecchi privilegi e incrostazioni di potere, ebbene queste forze politiche meritano entrambe queste qualificazioni». Poi è la volta del tedesco Hans Jonas, tirato in ballo da Conte in riferimento al contratto di governo: «la politica perde di vista il principio di responsabilità , che impone di agire - come il filosofo Jonas invitava a considerare- non solo guardando al bisogno immediato, che rischia di tramutarsi in mero tornaconto, ma progettando anche la società che vogliamo lasciare ai nostri figli e ai nostri nipoti». Nel passaggio dedicato al capitolo giustizia Conte ricorda il sociologo tedesco Ulrich Beck : « il vero pericolo è 'la minaccia di non invasione da parte degli investitori , oppure la loro partenzà». Ultima citazione , sulla riforma tributaria, è quella di Kotler:«occorre ripensare il capitalismo».
Martedì 5 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-06-06 08:47:03
Ma Conte e Macron si sono messi d'accordo per citare entrambi le parole di Dostoevskij su PuŇ°kin a distanza di pochi giorni?
2018-06-06 07:49:54
Professor Conte, il populismo NON è l'attitudine della classe dirigente ad ascoltare i bisogni della gente, E' invece un atteggiamento che, sulla base di princìpi e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico il popolo
2018-06-05 15:06:51
populismo vuol dire si' ascoltare la gente ma significa anche che ben sapendo di impossibilita' all'attuazione si dice al popolo : faremo. quindi non si ha il coraggio di dire al popolo la verita' se Conte ritiene di essere cosi' allora buona notte. questo passaggio se lo poteva risparmiare. ma forse non gli e' stato consentito.
2018-06-05 14:22:36
Se populista significa stare vicino ai bisogni degli italiani, ben venga essere populisti.
2018-06-06 13:44:56
Che fa, ripete a pappagallo?
10
  • 27
QUICKMAP