Usa, donna passeggia in strada con il suo cagnolino: sbranati a morte da due pitbull randagi

Sabato 8 Aprile 2017 di Federica Macagnone
17

Una tragedia annunciata, quella avvenuta a Oklahoma City, nella Willow Creek Boulevard, dove da anni veniva segnalata la presenza di cani sciolti e aggressivi che tenevano in apprensione i residenti, alcuni dei quali erano stati aggrediti, spingendo addirittura qualcuno a girare armato per essere pronto ad affrontare possibili attacchi. Giovedì, intorno alle 13.50, una donna e il suo cagnolino sono stati assaliti e uccisi da due pitbull che li hanno sbranati in strada mentre facevano una passeggiata. Quando la polizia e i medici, allertati dalla telefonata di un passante, sono arrivati sul posto hanno trovato i due cani che si accanivano ancora sulle loro vittime: uno dei due è stato ucciso a revolverate da un agente, mentre l'altro, investito da un'auto della polizia, è stato trasportato all'Oklahoma City Animal Welfare. Nel frattempo, però, la donna e il cagnolino erano già morti.

 

Jerry Bowerman, un residente che vive nel quartiere da 36 anni e che gira sempre armato per difendersi da possibili attacchi di animali nel quartiere, pensa che si trattasse degli stessi cani che lui aveva segnalato lunedì alle forze dell'ordine. «Ho chiamato il 911 dicendo che nella mia zona c'erano dei cani che inseguivano i bambini - ha raccontato - Ho fornito tutte le indicazioni, il mio nome e il mio numero di telefono, ma nessuno si è mai fatto vivo per intervenire. L'inerzia delle forze dell'ordine ha portato a questa tragedia». 
E Tim Pool, un altro residente che vive nella zona da 30 anni, denuncia di aver avuto, nel corso degli anni, cinque o sei scontri con i cani sciolti durante le sue passeggiate quotidiane. «Siamo tutti disgustati e storditi per questa tragedia - ha detto - Sono arrabbiato, molto arrabbiato: spero solo che questa storia sia una lezione per tutti, certi pericoli non vanno sottovalutati».

Kristy Yager, portavoce di Oklahoma City, nega indirettamente responsabilità da parte dell'amministrazione, sostenendo che nell'arco di un anno i servizi di controllo degli animali hanno ricevuto solamente una segnalazione relativa a un cane sciolto, risalente al febbraio dell'anno scorso: quando gli addetti arrivarono in zona, però, non riuscirono a trovarlo. Una risposta che non lascia soddisfatti gli abitanti del quartiere, esasperati da una situazione che li fa vivere in continua apprensione e che è appena sfociata in una tragedia.

Ultimo aggiornamento: 10 Aprile, 12:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare e lavorare, vita da nomade digitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma